Federproprietà Napoli

Anziana uccisa, parla la mamma del fidanzato della 16enne: «Non è una ragazza violenta»

Pubblicità

La donna: «Nemmeno mio figlio se lo spiega assolutamente»

«Non posso dire di aver assistito mai a nessun episodio in cui ha alzato nemmeno la voce, figuriamoci fare una cosa del genere». A parlare alle telecamere de La Vita in Diretta, il programma condotto da Alberto Matano su Rai1, è la mamma del fidanzato della ragazza accusata di aver ucciso la nonna, Gilda Candreva, a Capaccio.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Nemmeno mio figlio se lo spiega assolutamente, – prosegue la donna – è la stessa persona che conosciamo, lui non se lo spiega se non attraverso la necessità di difendersi. Credo che si sia trovata purtroppo nel momento sbagliato, nel posto sbagliato». «Mio figlio non conosce la signora (nonna ndr), non gli è stata mai presentata, credo che non sappia neppure dove abiti, quindi non ha neppure contezza del posto dove sta nella casa», aggiunge la donna.

La mamma del fidanzatino della 16enne accusata di aver accoltellato la nonna smentisce che dietro alla vicenda ci sia stata la necessità di avere l’alloggio. «Si vedevano in casa nostra perché lei frequentava casa mia, come mio figlio frequentava la sua casa. Erano fidanzati e ci conosciamo con le famiglie e poiché non c’era nessun motivo ostativo a questa frequentazione, non c’è stata mai la necessità di non accoglierli in casa», precisa la signora.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Falsi crediti Iva: sequestrati beni per 52 milioni di euro in tutta Italia

In totale le persone indagate sono 65 Beni per 52 milioni di euro, tra 640 conti correnti, 62 appartamenti e 25 auto sono stati posti...

Giugliano, gli studenti del Marconi ancora in piazza: entro fine mese la prima sede

La sede storica è stata interdetta Per gli studenti dell’istituto Marconi di Giugliano, che da settembre sono senza una sede, si inizia a profilare una...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook