Federproprietà Napoli

Campania, la scuola non riapre: nuovo tavolo tecnico fra dieci giorni

Pubblicità

La scuola in Campania non riprenderà la didattica in presenza almeno per altri dieci giorni. E’ quanto è emerso alla fine della riunione che si è svolta con i rappresentanti del mondo della scuola, i sindacati e la Direzione scolastica, con i dirigenti delle Asl, dell’ospedale Santobono, i componenti dell’Unità di Crisi, con l’assessore all’Istruzione Lucia Fortini e il governatore Vincenzo De Luca.  «È stata affrontata e discussa l’ipotesi della ripresa di didattica in presenza, almeno per i primi due anni della scuola primaria, ed è stato illustrato il dato epidemiologico che riguarda questa e le altre fasce di età scolastica» afferma un comunicato del presidente della Regione.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Sulla base dei dati – continua la nota del governatore De Luca – sull’andamento epidemiologico dell’Unità di Crisi, delle Asl e del Santobono, si è concordato sulla necessità di verificare la situazione nei prossimi 10 giorni. Va monitorato se si registrerà un raffreddamento del contagio relativo alla scuola primaria tale da consentire un allentamento delle misure già prese, in condizioni di piena sicurezza per gli alunni, il personale e le famiglie».

Una chiusura che però, almeno secondo le buone intenzioni emerse, dovrebbe servire per «prepararsi al futuro, in particolare in tema di trasporto pubblico». Il governatore De Luca ha informato «i partecipanti che altri 250 bus di società private saranno destinate al trasporto con uno stanziamento di 4 milioni di euro, e si lavorerà insieme anche per ulteriori iniziative di sostegno al mondo della scuola».

Nel frattempo, proseguono i progetti scolastici per le fasce più deboli, per la didattica di sostegno, per garantire un ampliamento dei congedi parentali per i genitori come già richiesto al Governo, e bonus destinati all’acquisto di tecnologie utili alla didattica a distanza.

Leggi anche:  Scuola, Rauti (Fdi): "Non si ferma offensiva ideologia gender"
Pubblicità

«Resteranno a scuola i ragazzi diversamente abili nei limiti del possibile» ha affermato il segretario generale della Campania dell’Ugl Gaetano Panico che ha partecipato all’incontro. Sarà potenziato, inoltre, «il trasporto pubblico per fronteggiare una riapertura in sicurezza degli istituti scolastici» ha affermato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Crollo al cimitero di Poggioriale, allo studio il piano per il recupero delle salme

Cruciale il ruolo dei vigili del fuoco Sopralluogo nell’area sotto sequestro, da parte della magistratura, del cimitero di Poggioreale dove lo scorso 5 gennaio si...

Covid-19, sindacati chiedono confronto a De Luca: «Tavolo di crisi urgente per scuola, uffici pubblici e ospedali»

«Un tavolo di crisi che affronti e trovi le soluzioni più idonee e le risorse indispensabili affinché gli uffici pubblici, gli ospedali e le...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook