Neonata morta in culla, genitori indagati per omicidio colposo

Domani l’autopsia sul corpo della piccola

Sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo i genitori della neonata di un mese e mezzo trovata morta in culla in una abitazione di Santa Maria a Vico, nel Casertano, in vista dell’autopsia sul corpo della piccola che si svolgerà domani all’Istituto di Medicina legale dell’ospedale di Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

Pubblicità

L’esame, disposto dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, dovrà chiarire le cause del decesso e anche eventuali responsabilità da parte dei genitori; alla coppia la Procura sammaritana, di concerto con quella dei minori, ha deciso di sottrarre momentaneamente la cura degli altri due figli piccoli, che sono stati affidati ad una comunità. I genitori della bimba hanno riferito ai carabinieri e al pm Stefania Pontillo di averle fatto un bagnetto, che poco dopo ha manifestato segni di malessere e di aver per questo chiamato il pediatra, che aveva prescritto loro una cura.

La neonata però poco dopo si è addormentata ed è stata trovata morta nella culla dalla madre. Sul suo corpo i sanitari del 118 hanno riscontrato la presenza di ustioni e segni che potrebbero corrispondere a ecchimosi. Ascoltati per diverse ore in caserma i genitori hanno raccontato ai Carabinieri – secondo quanto è trapelato – che la neonata si era scottata durante il bagnetto a causa di un getto di acqua bollente uscito per errore dal rubinetto.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

8 arresti nel Sannio: sgominata banda dedita ai furti

Otto persone sono state arrestate (per due sono stati disposti agli arresti domiciliari) al termine delle indagini della Procura di Benevento perché gravemente indiziate,...

Torre Annunziata, Alfano: «Rispetto ogni orientamento sessuale, parole estrapolate per colpirmi»

Il candidato dell'Alleanza Straordinaria: «Chi li ha estrapolate e diffuse a solo 5 giorni dalle urne ha spregevole intento di mettermi in ombra» Il professore...