Al Teatro Grande di Pompei le celebrazioni del 209simo anniversario dell’Arma dei Carabinieri

Tra i presenti il ministro della Cultura

E’ il Teatro Grande del parco archeologico di Pompei lo scenario delle celebrazioni del 209simo annuale della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. L’evento svoltosi ieri, che ha visto tra i presenti il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha avuto inizio con la lettura del messaggio del presidente della Repubblica e dell’irdine del giorno del comandante generale dell’Arma. Sul palco, accanto alla bandiera di guerra del 10mo Reggimento Carabinieri Campania, erano schierati i Gonfaloni del Comune di Napoli, insignito di Medaglia d’Oro al Valor Militare, della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli e del Comune di Pompei.

Pubblicità

Nelle ore che hanno preceduto la cerimonia, il comandante interregionale Carabinieri Ogaden, generale di corpo d’armata Andrea Rispoli, ha reso onore a tutti i caduti dell’Arma, deponendo una corona di fiori davanti la tomba del vice brigadiere Salvo D’Acquisto, Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria, collocata nella Basilica di Santa Chiara a Napoli e, successivamente, al sacrario della sede del Comando Legione Carabinieri Campania. Nel suo intervento, Rispoli ha sottolineato l’importanza del loro operare per garantire e fortificare la fiducia dei cittadini nei confronti delle Istituzioni.

Nella complessità e specificità del territorio, ha evidenziato, l’esempio, l’altruismo, la professionalità e la prossimità di ogni singolo Carabiniere consentono di perseguire la legalità in tutte le sue forme, a difesa dello Stato, a contrasto di ogni declinazione di criminalità, aggressione o devianza.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il generale ha ricordato come sia necessario rappresentare un punto di riferimento per tutti i cittadini e ribadito l’importanza di lavorare in sinergia con le altre Istituzioni dello Stato e della società civile, per contribuire concretamente ad abbattere l’omertà, la connivenza con il malaffare, l’attrattività del crimine e delle mafie, garantendo così a tutti la possibilità di stare sempre dalla parte giusta. Durante la cerimonia sono state, inoltre, consegnate onorificenze e ricompense a 45 militari, distintisi in complesse e delicate attività investigative per contrastare la criminalità o che hanno messo a repentaglio la propria incolumità per soccorrere e salvare persone in grave difficoltà.

Il ministro Sangiuliano a Pompei (foto Mic)

Tra queste spiccano la Medaglia di Bronzo al Merito Civile concessa a un brigadiere che a Mondragone ha salvato gli inquilini di uno stabile completamente avvolto dalle fiamme; l’Encomio Solenne del Comandante Generale dell’Arma concesso a un appuntato scelto che, a Napoli, libero dal servizio, nell’ottobre del 2022 è intervenuto da solo nel corso di una rapina ad esercizio commerciale, riuscendo a bloccare un malvivente al termine di una violenta colluttazione, nonostante l’esplosione di colpi d’arma da fuoco al suo indirizzo.

Sono poi stati consegnati Encomi Solenni del Comandante Interregionale ai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta, del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Salerno e del Nucleo Investigativo del Gruppo di Torre Annunziata i quali, distintamente, hanno condotto articolate e complesse attività investigative che, tra il 2021 e il 2022, hanno portato all’arresto di un latitante di camorra già condannato a 30 anni di reclusione per omicidio, nonché alla disarticolazione di gruppi criminali di tipo camorristico dediti a gravi reati in materia di armi, stupefacenti, estorsione, riciclaggio, scommesse illegali, con l’esecuzione di complessive 78 misure cautelari e il sequestro di oltre 20 milioni di euro di beni.

Leggi anche:  Strage della discoteca di Corinaldo: imputati assolti per i reati più gravi

Pari ricompensa è stata concessa a due militari del Comando Provinciale di Foggia che, nel maggio 2022, sebbene liberi dal servizio, si sono introdotti in un edificio saturo di fumo e gas a seguito di una esplosione di una caldaia, portando in salvo un giovane esamine, gravemente ferito. Sono stati altresì conferiti Encomi Semplici del Comandante Interregionaleai militari della Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli che, nel dicembre 2021, al termine di complessa indagine, in territorio estero, hanno catturato un pericoloso latitante di camorra già condannato a 25 anni di reclusione e ai militari della Compagnia di Lagonegro (PZ) che, nel marzo 2022, hanno disarticolato un gruppo criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti, con l’arresto di 103 persone complessive.

La cerimonia è terminata con il tributo di riconoscimenti, per la meritoria attività costantemente svolta a favore delle collettività, a quattro Comandanti di Stazione, uno per ogni Legione di competenza del Comando Interregionale “Ogaden” (“Campania”, “Puglia”, “Abruzzo e Molise” e “Basilicata”) ed in particolare ai Comandanti delle Stazioni Carabinieri di Trentola Ducenta (CE), Bitonto (BA), Bucchianico (CH) e Bella (PZ).

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Prestiti a tassi tra il 40 e il 50%: sgombinata banda di donne nel Napoletano

Un’organizzazione a carattere familiare Avrebbero preteso, a fronte di prestiti in denaro, tassi usurai oscillanti tra il 40% e il 50% annuo, facendo leva sulle...

8 arresti nel Sannio: sgominata banda dedita ai furti

Otto persone sono state arrestate (per due sono stati disposti agli arresti domiciliari) al termine delle indagini della Procura di Benevento perché gravemente indiziate,...