Federproprietà Napoli

Caro bollette, Confapi: «A fine ottobre chiuderanno due alberghi e 3 ristoranti»

Pubblicità

Il presidente del gruppo giovanile, Di Santis: «Serve intervento immediato del governo»

«Il caro bollette ha già fatto le prime vittime nella nostra regione: due strutture ricettive e tre ristoranti nell’area sud della provincia di Napoli chiuderanno a fine mese perché impossibilitati a pagare bollette che sono arrivate a rincari del 600 per cento». A dirlo è Massimo Di Santis, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Ho avuto comunicazione dagli imprenditori che ottobre sarà l’ultimo mese di lavoro», aggiunge, «perché già a settembre hanno bruciato sostanzialmente tutto l’utile dell’estate appena trascorsa. Per pagare le successive bollette, dicono, dovrebbero indebitarsi. Il gioco, arrivati a questo punto, non vale la candela».

«E la cosa preoccupante è che nelle stesse condizioni si trovano tanti piccoli e medi imprenditori alle prese con il pagamento di utenze che non sono più sostenibili. È necessario che il Governo di prossima nomina attui subito una modifica all’impianto normativo delle politiche energetiche e sganci il costo del gas da quello dell’energia elettrica e che, soprattutto, impedisca manovre speculative ai danni dei cittadini da parte delle multinazionali del settore».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Ercolano, dirette hot dall’ufficio comunale. Pugno duro del sindaco

Ancora polemiche per il servizio di 'Striscia la Notizia', il sindaco Buonajuto ha chiesto «alla redazione di avere l’intero video» «Non deve essere lasciato impunito...

Amministrative, domenica e lunedi i cittadini diranno da chi vogliono essere governati

La matita per esercitare il voto rende uguali ricchi e poveri, la differenza potrà persistere nell’ottusità e l’ignoranza del singolo La democrazia elettiva si concretizza...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook