Federproprietà Napoli

Arrestato l’imprenditore edile Giuseppe Diana, è ritenuto elemento di spicco dei Casalesi

Pubblicità

È ritenuto gravemente indiziato di far parte del gruppo mafioso che fa capo a Michele Zagaria e a Filippo Capaldo

In carcere Giuseppe Diana, conosciuto come «Peppe o’ biondo», indiziato di essere un elemento di primo piano del clan camorristico dei Casalesi, gruppo Zagaria. A eseguire l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta. Il reato contestato dal gip partenopeo è associazione per delinquere di tipo mafioso.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il provvedimento restrittivo – si spiega in una nota – rappresenta l’epilogo di un’attività investigativa costituita da dichiarazioni di collaboratori di giustizia e da intercettazioni, sia telefoniche sia ambientali, e riguarda un arco temporale molto ampio, iniziato nel 2009 durante la ricerca dell’allora latitante Michele Zagaria e terminato nel 2020.

Diana, imprenditore edile di Casapesenna, è ritenuto gravemente indiziato di far parte del gruppo mafioso che fa capo a Michele Zagaria e a Filippo Capaldo, con i quali era in diretto contatto. Secondo quanto ipotizzato dai magistrati, Diana prima avrebbe curato la latitanza dello stesso Michele Zagaria e raccolto i proventi legati all’imposizione delle slot machines sui territori in cui è egemone il potere dei Casalesi, e poi, in seguito alla cattura di Giovanni Garofalo e dopo il matrimonio di Diana con la figlia di Francesco Zagaria, cognato di Michele, sarebbe divenuto una figura imprenditoriale di rilievo nella cosca di Casapesenna. Diana avrebbe anche avviato numerosi interventi edilizi in Toscana, parte dei cui proventi sono stati qualificati dal giudice per le indagini preliminari come diretti al clan.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Fase2. Moretta (commercialisti): «Incomprensibile esclusione professionisti da contributo fondo perduto»

«Se le anticipazioni apparse oggi sugli organi di stampa saranno confermate nel testo definitivo del decreto Rilancio, l'esclusione dal contributo a fondo perduto di...

Minaccia i medici con un coltello a serramanico, denunciato 54enne. Nappi: «Maggiori controlli per sicurezza»

Ancora minacce al personale sanitario a Napoli. L'uomo, un paziente, è stato disarmato da una guardia giurata Ha minacciato il personale sanitario brandendo un coltello...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter