Federproprietà Napoli

FdI, Petrenga: «Ancora una volta attivata la macchina dell’odio nei confronti della Meloni»

Pubblicità

«Ancora una volta dobbiamo constatare un becero attacco di natura personale nei confronti di Giorgia Meloni. Leggere dei post come quelli di Simon Levis Sullam, ricercatore di Storia all’Università Ca’ Foscari di Venezia che ha commentato su Facebook la foto di una libreria dove il libro di Giorgia Meloni è posizionato ‘a testa in giù’, giustificandone l’inqualificabile gesto, è un incitamento all’odio inaccettabile». Lo dichiara Giovanna Petrenga, senatrice di FdI.

«Purtroppo, ancora una volta dobbiamo constatare che non avendo temi da contrapporre all’azione politica messa in campo da Giorgia Meloni, si tenti la strada dell’offesa e dell’attacco personale nei confronti dell’avversario la cui unica colpa è quella di essere una leader di successo che sta ottenendo importanti riconoscimenti in termini di consenso e adesione alla sua azione politica».

«Ma la cosa più grave è che, ancora una volta, tale incomprensibile attacco viene da chi dovrebbe essere deputato alla formazione delle future generazioni. Confido in un tempestivo intervento non solo del rettore dell’università Ca’Foscari di Venezia ma anche del ministro delle Ricerca per l’allontanamento di questo ricercatore che certamente non può incarnare l’esempio di un uomo di cultura libero e democratico».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Covid-19, la lotta alla pandemia è una battaglia unitaria. Ma deve essere unità vera al di sopra delle appartenenze

L'unità nazionale è un obiettivo che chiunque, soggetti politici e sociali, singoli cittadini e comunità di produttori a tutti i livelli, dovrebbero perseguire come...

Campania, Iannone (FdI): «Per De Luca la condanna di Coscioni è acqua fresca»

Il senatore di FdI: «Coscioni è l’emblema di una sanità che in Campania non è fatta per curare i cittadini ma per gestire potere...

Gli articoli più letti

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook