Federproprietà Napoli

Recovery, Iannone (FdI): «Cadono i veli al PNNR di Draghi ed emerge una truffa al Sud»

Pubblicità

«Dopo tanti annunci con annessa pioggia di miliardi cadono i veli sul piano di Draghi e del suo governo a maggioranza arlecchino. Il tanto vantato riequilibrio al Sud si dimostra il solito squilibrio». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di FdI in Campania.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Una sottrazione con destrezza – spiega – già evidente agli Amministratori locali o Parlamentari che vengono dai territori meridionali: opere pubbliche, infrastrutture strategiche e asili nido vedono una discriminazione intollerabile e gli slogan di un Draghi travestito da Federico II offendono l’intelligenza del popolo meridionale».

«Lo sbilanciamento del governo non lasciava presupporre nulla di buono e la creazione di un coreografico Ministero del Sud ne era la proverbiale foglia di fico. Tutti coloro che veramente vogliono porre la questione meridionale come questione nazionale non si indignino solo in questi giorni, per poi gettare con gran dignità la spugna al fine di rientrare nei loro rispettivi partiti che sono nella maggioranza di governo. Con questo PNRR il Sud perde l’ultimo treno per non essere più l’Italia dove si parte in seconda marcia», conclude Iannone.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus, ignobile attacco del Die Welt: «La mafia sta aspettando i soldi di Bruxelles». Giorgia Meloni: «Vergogna, vergogna, vergogna»

Ennesimo, vergognoso, attacco all'Italia del giornale tedesco Die Welt che definisce tutti gli italiani una consorteria di mafiosi. La realtà è che, come la...

Identità Siciliana, Maiorana scrive a Mattarella: «Aiuti i pescatori siciliani prigionieri in Libia di cui il governo si disinteressa»

Continua a tenere banco la vicenda dei 18 pescatori italiani bloccati in Libia. Il presidente di Ides - Identità Siciliana, Enzo Maiorana, ha indirizzato...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter