Covid-19, il governatore Emiliano annuncia restrizioni: «In Puglia numeri da fascia arancione»

Cresce l’allarme contagio in Puglia e il governatore Michele Emiliano scrive al ministro della Salute Roberto Speranza per chiedere il passaggio in fascia arancione che prevede maggiori restrizioni. Lo ha comunicato lo stesso Emiliano intervenendo su RadioRadicale.

Pubblicità

«Ho inviato al ministro Speranza – spiega – una nota nella quale spiego che probabilmente la terza ondata è arrivata anche in Puglia e preannuncio che stiamo superando tutti i parametri, soprattutto nelle province di Bari e Taranto, ma anche a Foggia e Lecce: la crescita dell’epidemia è vorticosa. Quindi credo che ci siano le premesse per l’adozione di misure più stringenti e un passaggio di zona di rischio. Nel frattempo cercheremo di adottare tutte le misure temporanee, oggi farò una ordinanza in attesa del provvedimento del ministro».

Intanto dal bollettino di oggi, 10 marzo, della Regione sono emersi altri 1.571 i nuovi contagi di Coronavirus. Registrati inoltre altri 27 morti e 30 ricoverati in più. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 12.262 tamponi con un tasso di positività del 12,8%.

Pubblicità Federproprietà Napoli

I nuovi casi sono così distribuiti sul territorio: 797 in provincia di Bari, 72 in provincia di Brindisi, 138 nella provincia Bat, 45 in provincia di Foggia, 201 in provincia di Lecce, 310 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione, 7 di provincia di residenza non nota. Ieri i contagi erano 1.286 su 10.732 tamponi. In tutto in Puglia sono morte 4.188 persone.  Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.649.866 test. 118.125 sono i pazienti guariti. 36.595 sono i casi attualmente positivi

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Ex uomo dei Casalesi trovato senza vita nel Casertano

Il cadavere del 58enne scoperto in una zona di campagna, la famiglia aveva denunciato la scomparsa Ex affiliato ai Casalesi trovato senza vita in una...

Avellino, foto immortalano l’ex sindaco Festa mentre porta via il pc

Festa ripone l’ingombrante apparecchio all’interno di una scatola Voleva far sparire le prove della corruzione, sostengono gli inquirenti che hanno mandato in carcere il sindaco...