Federproprietà Napoli

Whirlpool Napoli, l’azienda scrive ai dipendenti e chiude le porte

Pubblicità
Pubblicità

Ancora poche ore lavorative e, a meno di colpi di scena, la produzione di lavatrici presso lo stabilimento Whirlpool Napoli si fermerà. La vertenza fino a oggi non ha trovato nessuna soluzione e, belle parole di governo, regione e comune a parte, i lavoratori con il passare delle ore vedono avvicinarsi sempre più il baratro della chiusura della fabbrica di via Argine. Questa mattina l’azienda ha scritto ai dipendenti. Una lettera che sembra più una beffa che altro.

«La Direzione di Whirlpool Emea S.p.A. comunica la cessazione di tutte le attività produttive presso lo stabilimento di Napoli, con effetto alle ore 00:01 del 1° novembre 2020» afferma la multinazionale statunitense. «Da tale momento i dipendenti saranno esentati dal rendere la propria prestazione lavorativa presso il sito, fermo restando il mantenimento del rapporto di lavoro in essere – si legge nella missiva – con effetto dal 1° novembre, l’azienda pagherà la piena retribuzione ai dipendenti fino al 31 dicembre 2020 con riserva di ulteriori valutazioni successive a tale data».

Gli operai e tutti i lavoratori riceveranno lo stipendio per ancora due mesi, e poi? Cosa succederà? Due mensilità, tredicesima e liquidazione, secondo l’azienda, basteranno a liquidare la lunga storia dello stabilimento napoletano.

«L’accesso ai locali aziendali – prosegue la lettera della Whirlpool – sarà consentito soltanto previa richiesta scritta autorizzata dalla direzione, per i soli fini del legittimo esercizio dei diritti sindacali derivanti dal Ccnl o altre comprovate esigenze personali, e nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza vigenti. Qualsiasi accesso non autorizzato sarà perseguito a termini di legge» conclude la nota. Sperando che siano perseguiti a termini di legge anche chi ha sottoscritto un accordo solo due anni fa e non lo ha voluto rispettare.

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Coronavirus, 1.640 nuovi casi e 20 vittime in Italia. Campania, 248 contagi

I nuovi casi di Coronavirus in Italia sono 1.640. In crescita rispetto a ieri che ne erano 1.392. I contagi totali dall'inizio dell'epidemia in...

Coronavirus, positivo al virus investe un ciclista e scappa ma viene bloccato: vigili in quarantena

Un sessantenne di Dervio (Lecco), positivo al Coronavirus, ha prima investito con l'auto sulla quale viaggiava con la moglie, in teorica quarantena, un ciclista...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook