Federproprietà Napoli

Dl Ristori, de Bertoldi (FdI): «Professionisti e partite iva non tutelati, presenteremo emendamenti a loro sotegno»

Pubblicità

«Non solo il governo Conte ha aggravato la condizione dei non tutelati, cioè delle partite Iva, ma pure all’interno delle stesse ha provocato ulteriori inaccettabili discriminazioni. È il caso dei proprietari immobiliari e dei professionisti. Se infatti non sono previsti ristori, come almeno gli sgravi Imu, per i proprietari di immobili rimasti sfitti, non è neppure accettabile che i proprietari debbano continuare a pagare le imposte sui canoni di locazione non percepiti, e non beneficino di alcuna misura per i canoni abitativi non riscossi». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Andrea de Bertoldi, segretario della commissione Finanze.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«E’ anche censurabile – sottolinea de Bertoldi – che liberi professionisti non vengano neppure citati nel Decreto Ristori. Come infatti hanno ben evidenziato il presidente dei commercialisti Massimo Miani e la presidente dei consulenti del lavoro Marina Calderone, i professionisti hanno subito ingenti cali di fatturato per la crisi che trasversalmente ha colpito tutti i loro clienti, ed inoltre hanno dovuto, e devono, far fronte al lavoro ordinario e a quello straordinario per l’attuazione delle misure dei Decreti Covid, con i dipendenti in smart working quando non in malattia».

«Insomma – continua il senatore – non solo vi sono degli italiani, le partite iva, che subiscono le maggiori conseguenze economiche della pandemia, quando i dipendenti rimangono tutelati, ma al loro interno, come dimostrato, vi sono soggetti e categorie per le quali neppure si prevedono le benché minime misure di sostegno».

«Sto presentando delle interrogazioni nel merito – conclude de Bertoldi – e sto pure predisponendo degli emendamenti per mettere questa maggioranza inconcludente ed arrogante di fronte alle proprie responsabilità. Fratelli d’Italia, con i propri emendamenti al decreto ristoro, vuole riequilibrare le garanzie e i sostegni per tutti i lavoratori, ed il governo Conte dovrà finalmente dare una risposta chiara ed inequivocabile. Se davvero vogliono la collaborazione lo dimostrano accettando le nostre proposte nel mero interesse dell’Italia».

Leggi anche:  Crosetto non è un duellante, ma ha il senso del presente che deve tradursi in futuro
Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

L’opinione | Tutte le ragioni di Draghi e il nuovo patto per salvare il Paese

L'appuntamento al Senato è per domani mattina, ma di chiarezza in giro ce n'è ancora poca Non occorreva avere il dono della premonizione del futuro,...

La devianza giovanile a Napoli: alla ricerca di uno scenario socio-educativo

La vicenda dei murales dedicati a giovani uccisi mentre stavano compiendo atti criminali, le continue e ripetute "stese" che avvengono un pò ovunque e...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook