Caso Open Arms, il Senato dice sì al processo a Salvini. Il leader leghista: «Lo rifarei e lo rifarò»

Caso Open Arms, il Senato ha deciso: Matteo Salvini andrà a processo. Alle 18 si sono chiuse le urne per la votazione sulla richiesta a procedere nei confronti dell’ex Ministro degli Interni. Dei 293 senatori presenti 149 hanno votato a favore del processo, i contrari 141.

Pubblicità

«Il Senato ha votato per mandarmi a processo» ha commentato Salvini. «Contro di me festeggiano i Palamara, i vigliacchi, gli scafisti e chi ha preferito la poltrona alla dignità. Sono orgoglioso di aver difeso l’Italia: lo rifarei e lo rifarò, anche perché solo in questo luglio gli sbarchi sono sei volte quelli dello stesso periodo di un anno fa, con la Lega al governo».

«Vado avanti, a testa alta e con la coscienza pulita, guarderò tranquillo i miei figli negli occhi perché ho fatto il mio dovere con determinazione e buonsenso. Mi tengo stretto l’articolo 52 della Costituzione (“la difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”) e ricordo le parole di Luigi Einaudi: “Quando la politica entra nella giustizia, la giustizia esce dalla finestra”. Non ho paura, non mi farò intimidire e non mi faranno tacere: ricordo che per tutti i parlamentari, presto o tardi, arriverà il giudizio degli elettori».

Pubblicità Federproprietà Napoli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Finanziò un gruppo paramilitare in Colombia: condannata Chiquita

La società americana di banane ha annunciato che farà appello La società americana di banane Chiquita Brands International ha annunciato che farà appello contro il...

Campania, L. Schifone: «Successo centrodestra, premature indicazioni per le regionali»

Il dirigente di FdI: «Sbagliato rivendicare candidature su base partitica» «È evidente che anche in Campania il Centrodestra cresce e si consolida, nonostante la forte...