Federproprietà Napoli

Alex Zanardi ancora in gravi condizioni, il medico: «Ricoverato in coma farmacologico»

Pubblicità

L’Italia ancora con il fiato sospeso per Alex Zanardi. Le condizioni del ex pilota di Formula 1 sono stabili anche se ancora gravissime dopo l’incidente avvenuto ieri mentre gareggiava con la sua handbike in provincia di Siena. 

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Al momento le condizioni sono gravi ma stabili, lui è arrivato da noi con questo trauma cranio-facciale importante, con un fracasso facciale e una frattura affondata delle ossa del frontale. E’ stato operato per ‘rattoppare’. Al momento tutti i numeri sono buoni, ovviamente neurologicamente non è valutabile, pur rimanendo la situazione grave». Lo afferma il neurochirurgo Giuseppe Olivieri, secondo cui il campione è «mantenuto in coma farmacologico».

La direzione sanitaria dell’ospedale ha ricordato che «il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico» nella serata di ieri, durato tre ore, «e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili». E’ stato sottoposto anche ad intervento maxillo-facciale per i traumi e le ferite riportate al volto e alla testa. Alex Zanardi, aggiunge il bollettino medico, è «intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico»

La procura di Siena ha aperto un fascicolo sull’incidente. «C’è un rettilineo lungo, in una discesa con pendenza al 4%, dicono si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si è spostato di un metro, ma l’ha preso uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino. Non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato» ha raccontato il ct della Nazionale paralimpica di ciclismo, Mario Valentini a Radio Capital.

Leggi anche:  Vladimir Putin 'avvisa' la Finlandia: «Entrare nella Nato un errore»
Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Super Sud, un tuffo nella storia: I 127 anni di Regno dei Borbone al di qua (Citra) e al di là (ultra) il faro

La denominazione di Regno delle Due Sicilie era conseguenza del fatto che i territori che formavano i Reali Domini erano localizzati al di qua...

Coronavirus, Conte: «Inizia la fase 2 ma non sarà ‘liberi tutti’». Ecco cosa cambierà

«Adesso inizia per tutti la fase di convivenza con il virus. Dobbiamo essere consapevoli che nella fase 2 la curva del contagio potrà risalire...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook