Federproprietà Napoli

Alex Zanardi ha concluso il primo ciclo di cure: buoni i risultati

Pubblicità

Il medico: «È una persona con una carica immensa»

Alex Zanardi ha terminato il primo ciclo del percorso di cura al centro iperbarico di Ravenna, dove è stato impegnato per tutto il mese di gennaio in terapie volte al suo recupero dopo l’incidente del 19 giugno 2020 quando si scontrò contro un camion con la sua handbike nel Senese. Lo riporta il Corriere di Romagna.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Le cure, stando a quanto trapela, avrebbero avuto buoni risultati e in primavera l’atleta dovrebbe tornare al centro per un secondo ciclo, più breve. Il direttore del centro, Pasquale Longobardi, contattato dal quotidiano romagnolo, ha affermato: «Posso dire che di certo Alessandro è una persona con una carica immensa: l’ha trasmessa lui a me. Si è presentato qui con una grande voglia di lavorare. Si è trattato di un mese impegnativo per noi ma soprattutto per lui, alla fine aveva comprensibilmente voglia di tornare a casa».

Zanardi, secondo quanto riportato, si è sottoposto a fisioterapia in camera iperbarica. «Si tratta di una procedura medica più efficiente della normale fisioterapia – spiega Longobardi – il paziente viene stimolato con una miscela di ossigeno ed elio mentre svolge gli esercizi». Dei risultati ci sarebbero stati, afferma il direttore del centro senza entrare nel merito.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus Italia, 342 nuove vittime e 14.761 positivi. Indice di positività al 4.6%

Calano i nuovi casi giornalieri di Covid-19 in Italia nelle ultime 24 ore. I contagi scoperti riportati dal ministero della Salute nel bollettino odierno...

Un aiuto a imprese e cittadini: la Camera di Commercio di Avellino offre agevolazioni per le mediazioni sulle liti da Covid-19

La Camera di Commercio di Avellino in aiuto alle imprese e offre agevolazioni per le mediazioni sulle liti da Covid-19. L'iniziativa spiegata in una...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook