Federproprietà Napoli

Eduardo De Filippo, il ricordo di Mattarella: «Straordinario protagonista della cultura italiana»

Pubblicità

«Centoventi anni fa nasceva Eduardo De Filippo, straordinario protagonista del panorama culturale italiano del Novecento, autore prolifico e genio creativo apprezzato in tutto il mondo, che ha saputo coniugare tradizione e modernità». Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricorda il grande drammaturgo napoletano scomparso nel 1984

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Figlio d’arte – continua Mattarella -, formatosi giovanissimo nell’ambito del teatro napoletano, ha sperimentato, nel corso della sua vasta e versatile carriera, percorsi inediti che, superando la comicità farsesca fine a sé stessa, hanno trasposto nella rappresentazione scenica i temi della realtà contemporanea, con le incertezze, le aspettative, le illusioni e i disincanti di una umanità segnata da eventi epocali e da forti contraddizioni».

LEGGI ANCHE: Oggi più che mai a Napoli e al Sud mancano Eduardo De Filippo e le sue istantanee sulla realtà

«Il suo peculiare stile espressivo, incentrato sulla caratterizzazione dei personaggi impersonati, resi vitali e spontanei grazie a una raffinata tecnica di recitazione che univa al sapiente uso del dialetto, dando luogo a fraseggi entrati nel nostro patrimonio linguistico, l’intensa capacità interpretativa, ne testimonia l’abile maestria e il talento comunicativo».

Il presidente ricorda anche lo straordinario spessore umano di Eduardo De Filippo. «Oltre alla qualità del repertorio artistico, ricco di capolavori di impareggiabile valore e di grandissima notorietà, estesosi nel tempo alla cinematografia, la figura di Eduardo De Filippo si è distinta anche per l’impegno sociale e civile sollecitando l’attenzione sulla tutela dei diritti dei minori detenuti negli Istituti di pena e sulla realizzazione di un teatro stabile nella sua città».

Pubblicità

«Il suo contributo al servizio del teatro e della cultura, che gli valse l’assegnazione di prestigiosi premi e, nel 1981, il più alto riconoscimento con la nomina a Senatore a vita, costituisce tuttora un autentico punto di riferimento per generazioni di artisti e una preziosa eredità da custodire» conclude Mattarella.

Leggi anche:  Editoria in lutto, è scomparso Tullio Pironti
Leggi anche:  Editoria in lutto, è scomparso Tullio Pironti

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Napoli, Muscarà (M5S): «Stop ai rifiuti da Roma, non c’è accordo tra Regioni né stato di emergenza»

Interrogazione della segretaria della Commissione regionale ambiente: «Assurdo importare ‘tal quale’ nella Campania della terra dei fuochi e delle ecoballe» «Oltre 4 milioni di tonnellate...

Afghanistan, Belloni (Dis) al Copasir: «Supporto dell’intelligence nel Paese anche per l’evacuazione»

Il direttore del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza ascoltata dal Comitato dopo quanto accaduto in Afghanistan nei giorni scorsi «Il Comitato parlamentare per la...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Twitter

Facebook