Il Quadrifoglio: «Intitoleremo struttura alla povera Giulia Tramontano»

A margine della marcia in ricordo di Giulia Tramontano, vittima di un barbaro femminicidio, la cooperativa sociale «il Quadrifoglio» fa sapere che intitolerà uno dei suoi centri antiviolenza alla ragazza.

Pubblicità

«Da sempre siamo vicini alle donne vittime di violenza, alle loro famiglie o a chi, più in generale, subisce vessazioni, attraverso centri gestiti da nostri operatori e volontari. Riteniamo fondamentale, oltre alle iniziative di tutela, anche quelle di prevenzione attraverso la cultura dell’ascolto e del confronto. Per questo molti dei nostri progetti partono dalle scuole, per formare giovani e giovanissimi alla cultura della non violenza». È quanto dichiara in una nota la presidente de «il Quadrifoglio» Lidia Ronghi.

«Intitoleremo uno dei nostri centri alla povera Giulia, affinché la sua memoria e quella del piccolo Thiago venga tramandata nel tempo. Ovviamente attenderemo il momento idoneo per ottenere il consenso della famiglia» ha concluso la Ronghi.

Setaro

Altri servizi

Il prezzo della casa al mare è un vero affare. Ma è solo una truffa estiva

Denunciata una coppia: la vittima agganciata sui social Il prezzo era conveniente e la trattativa doveva concludersi in fretta, altrimenti l'offerta sarebbe terminata. Ma la...

Musica | Sergio Endrigo, il poeta dei bambini e dell’amore

Correva l’anno 1962 quando tracciava la storia della musica italiana La costruzione di un amore è probabilmente il «lavoro» più complesso a cui far fede....