Federproprietà Napoli

Giuseppe ucciso di botte: condannati all’ergastolo la mamma e Tony Badre

Pubblicità

Determinante il comportamento di Valentina che non ha impedito l’omicidio

La Corte di Assise di Appello di Napoli (seconda sezione, presidente Alfonso Barbarano, giudice a latere Davide Di Stasio) ha confermato la condanna all’ergastolo per Tony Essobti Badre per l’omicidio del piccolo Giuseppe, il bimbo picchiato a morte, anche con un bastone, il 27 gennaio 2019, a Cardito, in provincia di Napoli, e per il tentato omicidio della sorellina. Stessa condanna anche per la mamma di Giuseppe, Valentina Casa, che in primo grado era stata condannata a sei anni di reclusione.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Determinante è per la decisione, è stato il comportamento di Valentina che non ha impedito l’omicidio del figlio. Al termine del primo grado di giudizio Essobti e Casa erano stati condannati rispettivamente all’ergastolo e a sei anni di reclusione. Lo scorso 10 giugno, il sostituto procuratore generale di Napoli Anna Grillo al termine della requisitoria ha chiesto ai giudici di confermare la condanna all’ergastolo inflitta in primo grado a Toni Essobti Badre, e di comminare la stessa pena anche per Valentina Casa.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Danni irreversibili all’ambiente: mega sequestro nell’Avellinese

Una discarica abusiva di circa 116mila metri quadrati Ha provocato danni all’ambiente e ha anche deviato, in maniera irreversibile, un alveo ferendo ulteriormente un territorio...

Torre Annunziata, deceduto il giornalista Federico Orsini

Con Manzo, Castelluccio, Della Corte e Celone portò in alto il nome del Lido Azzurro Oggi, la mia giornata si è aperta con una triste...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook