Morto il 15enne ferito per un colpo di pistola alla testa nel Casertano

Il sindaco di Francolise ha proclamato il lutto cittadino: “Tragedia enorme”

E’ morto all’ospedale di Caserta il 15enne di Francolise ferito lunedì scorso alla testa da un proiettile sparato da una pistola che l’adolescente stava maneggiando; arma che il papà del giovane deteneva legalmente.

Pubblicità

Oggi è stato effettuato l’espianto degli organi, quindi ci sarà  l’autopsia che dovrebbe accertare definitivamente se il giovane è rimasto ferito mentre maneggiava accidentalmente l’arma, come sembrava dalle prime indagini fatte dai carabinieri, o si è suicidato; altra ipotesi è quella di un gioco finito male.

Da un primo esame realizzato dal medico legale, quando il 15enne era ancora in coma nel letto di ospedale, il foro di entrata sembrerebbe compatibile con un sparo a bruciapelo, dunque con una pistola puntata verso la testa, come fa chi vuole suicidarsi o magari giocare in modo pericoloso; solo l’esame autoptico, comunque, potrà  accertare cosa è accaduto. Non sono emersi inoltre episodi di conflittualità  in famiglia.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Intanto a Francolise il sindaco Gaetano Tessitore parla di “tragedia enorme” e annuncia che il giorno delle esequie sarà  proclamato il lutto cittadino.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

L’Eav sospende per 3 mesi una linea della Vesuviana, scoppia la protesta

La stazione del Centro Direzionale sarà chiusa per 3 anni «La stazione del Centro Direzionale della Circumvesuviana deve essere chiusa per tre anni per interventi...

Fitto: «Nei prossimi giorni accordo di coesione per Bagnoli. Con Manfredi lavoro proficuo»

Il ministro: «Per Bagnoli 1,2 miliardi stanziati dal governo. Fondi dello Stato» «Insieme con il sindaco Manfredi, con il quale abbiamo fin dal primo momento...