Federproprietà Napoli

Furto all’hub vaccinale di Frattaminore, sottratti computer e stampanti

Pubblicità

La denuncia del furto è stata fatta stamattina

Nella notte, presso l’hub vaccinale di Frattaminore in provincia di Napoli, sono stati rubati i computer e le stampanti in uso dai medici e dagli operatori sanitari per la registrazione delle vaccinazioni. Si tratta di sette computer e sei stampanti. La denuncia del furto è stata fatta stamattina dai medici responsabili della struttura, appena resisi conto dell’accaduto.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Già dai primi controlli è stato verificato che i ladri non hanno potuto accedere alla stanza dove sono custoditi i vaccini, a causa della porta blindata. Inoltre, è stata verificata l’integrità delle informazioni custodite sui server regionali, inerenti i dati sensibili dei cittadini vaccinati.

«Questo furto – dicono all’Asl – è un danno per l’intera collettività. Gli hub sono strutture al servizio delle comunità in cui sono inserite, per questa ragione la notizia di questo furto è ancora più avvilente». Le attività vaccinali riprenderanno a Frattaminore nei prossimi giorni, non appena saranno dotati di nuove attrezzature informatiche. Per la giornata di oggi i cittadini sono stati indirizzati all’hub di Frattamaggiore. L’Asl Napoli 2 Nord nei mesi scorsi aveva subito il furto di un’auto in uso al personale sanitario impegnato nei tour vaccinali.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus | Caro De Luca, non sarà con i like e i consensi su Fb che la Campania uscirà dall’emergenza

Lo giuro. La politica del governatore della Campania, Vincenzo De Luca mi riporta alla mente quella delle grandi star della politica anni '60. Quelli...

Marigliano, voto di scambio: arrestato il primo cittadino Antonio Carpino

Il sindaco di Marigliano (Napoli), Antonio Carpino, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castello di Cisterna con l'accusa di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter