Federproprietà Napoli

Morta per asfissia in barca, la Procura indaga per omicidio colposo

Pubblicità

Gli inquirenti vogliono capire quali siano state le reali cause dell’incendio

La Procura di Torre Annunziata (Napoli) ha aperto un’inchiesta al momento contro ignoti sulle ipotesi di reato di incendio colposo, sommersione colposa e omicidio colposo per la morte di Giulia Maccaroni, l’hostess romana di 29 anni rimasta vittima del rogo verificatosi sulla barca a bordo della quale prestava servizio, rogo avvenuto nella notte tra domenica e lunedì scorsi.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Gli inquirenti in particolare vogliono capire quali siano state le reali cause dell’incendio sviluppatosi sul veliero Morgane. Per questo si sta lavorando anche a recuperare l’imbarcazione, parzialmente affondata nella zona di Marina di Stabia, lì dove si è verificato il fatto.

C’è attesa inoltre per gli esami autoptici sulla salma della ragazza, che potrebbero fare luce sulle cause che hanno provocato la morte della ventinovenne, presente a bordo dell’imbarcazione quando attorno alle 3 di notte alcuni addetti alla sicurezza dell’area portuale si sono accorti delle fiamme e hanno dato l’allarme.

Potrebbe interessarti anche:
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Palermo, finti morti per intascare i soldi delle polizze vita: sei arresti

Scoperta una presunta organizzazione criminale accusata di essere dedita alle frodi assicurative sulla vita. Questa mattina sei persone sono state fermate dalla polizia di...

La crisi si complica: i volenterosi non arrivano e Conte non si fida del Conte ter. Urne sempre più vicine

Ritorno alla casella del Via. Come nel classico gioco del Monopoli anche la crisi di governo sembra essere ritornata al punto di partenza. E...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter