Federproprietà Napoli

Napoli, Maresca non retrocede: «Ce ne fottiamo dei simboli, dialoghiamo su contenuti»

Pubblicità

Maresca risponde alle voci che vorrebbero Fratelli d’Italia in campo con Sergio Rastrelli e la Meloni capolista.

Non ha cambiato idea Catello Maresca. Non l’ha cambiata nemmeno dopo le voci, circolate in queste ore, secondo cui Fratelli d’Italia sarebbe pronta a scendere in campo con Sergio Rastrelli candidato sindaco pur di non perdere la possibilità di utilizzare il proprio simbolo di partito. Catello Maresca da Ponticelli ha ribadito il concetto: preferisce discutere su cosa fare una volta eletto a palazzo San Giacomo.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Mettiamo da parte vessilli e ragioni di stato, dialoghiamo su contenuti. La gente ha bisogno di questo. Ce ne fottiamo dei simboli, noi vogliamo ragionare di progetti e programmi» ha detto in piazzetta Egizio Sandomenico.

«Il nostro è un metodo, non un movimento – ha aggiunto -, civico, perché la storia di un uomo e di una donna non possono essere dimenticati né calpestati. Io sono un civico, la mia storia è di impegno sociale e non ho nessuna intenzione né voglia di rinnegare la mia storia, sono e resterò sempre un civico, indipendentemente dall’invito che faccio a tutti i soggetti politici che vorranno accompagnarci».

«La nostra porta è aperta – spiega – ma Napoli si ama, non si amministra. Confrontiamoci sui programmi, lo chiedo a tutti, anche ai giornalisti, basta con i sondaggi condominiali, non si possono raccontare sciocchezze con un sondaggio dove il 30-40% di chi risponde dice che non ha opinioni».

Pubblicità

«Ho detto a tutti i candidati vediamo la gente, concentriamoci sui fatti, sui programmi e di questo prego anche i giornalisti di interessarsi: interrogate i candidati su cosa vogliono fare e su perché non l’hanno fatto fino a ieri, perché chi aveva capacità e ruoli di governo non lo ha fatto» ha concluso Maresca.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Mafia, maxi blitz in tutta Italia: 91 arresti. Cosa nostra pronta a sfruttare la crisi economica per il Covid-19

Associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, ricettazione, riciclaggio, traffico di droga, frode sportiva e truffa. Queste le accuse che hanno portato, stamattina, al...

Crisi, dalle Stelle a Mastella. «Meglio tirare a campare che tirare le cuoia»

La farsa è cominciata ma non è finita. Il duello tra Renzi e Conte, "la disfida di Burletta" l’ha definita il senatore Del Mas,...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook