Fisco, Ricchiuti (FdI):«No a pignoramento prima casa. Proposta Corte Conti irricevibile»

Pubblicità

«Riflettere e ragionare sull’opportunità di mettere ‘al sicuro’ l’abitazione principale anche rispetto ai creditori cosiddetti privati»

«La proposta della Corte dei Conti di tornare al regime ante ‘decreto del Fare’ del 2013 in tema di pignoramento sulla ‘prima casa’ è irricevibile per Fratelli d’Italia e ci auguriamo che nessuna forza politica possa appoggiarla, soprattutto alla luce di un aggravamento dell’economia che prosegue già dal 2008 dovuta alla pandemia».

Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile nazionale Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

«Piuttosto – continua -, tutte le forze parlamentari dovrebbero riflettere e ragionare sull’opportunità di mettere ‘al sicuro’ l’abitazione principale anche rispetto ai creditori cosiddetti privati, prevedendo per legge l’impignorabilità assoluta della prima casa con limiti simili a quelli già esistenti per la procedura esecutiva dovute alle cartelle esattoriali. Per Fratelli d’Italia la prima casa è sacra, intoccabile, impignorabile e non tassabile».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Tragedia al porto di Napoli: marittimo schiacciato da un semirimorchio

La Procura ha aperto un’inchiesta Un uomo è morto intorno alle 19,50 di sabato sera nel porto di Napoli, mentre lavorava a bordo della nave...

Ragazzo morto nel crollo in galleria a Napoli, la famiglia scrive a Manfredi

Ad aprile il processo d'Appello È stato fissato per il prossimo 15 aprile il processo d’appello sulla tragedia della Galleria Umberto I di Napoli davanti...