Federproprietà Napoli

Covid-19, da oggi il coprifuoco alle 24. Sileri: «A Luglio la svolta, ricominciamo a vivere». In discoteca con il green pass

Pubblicità

Scatta da oggi l’allungamento del coprifuoco in Italia nelle zone considerate a rischio ‘giallo’. I cittadini italiani potranno rientrare a casa alle ore 24 invece che alle 23. Un’ora in più di libertà che per bar e ristoranti vuol dire guadagnare complessivamente 30 milioni di euro in più al giorno secondo la stima effettuata dalla Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici. Nel prossimo weekend l’auspicio è di superare i 50 milioni di fatturato, con un 15% in più.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Cifre che dovrebbero crescere ancora il 21 giugno prossimo quando entrerà in vigore l’eliminazione totale del provvedimento stabilito dal governo Draghi. Coprifuoco già non attivo nelle 7 regioni considerate fascia bianca.

Sette perché da oggi Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria si aggiungono a Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia. Oltre all’assenza del coprifuoco in queste regioni ci sono regole meno vincolanti per i ristoranti: nessun limite alle presenze al tavolo all’aperto, 6 commensali al tavolo se in locale al chiuso. I locali pubblici potranno osservare orari liberi.

La svolta però potrebbe arrivare a luglio secondo il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri. «I numeri stanno calando in maniera drastica» afferma a Domenica in. «Tre regioni (Valle d’Aosta, Molise e Basilicata) non hanno pazienti covid in terapia intensiva. La media nazionale di occupazione delle terapie intensive e dei reparti è del 9%», ha detto Sileri snocciolando dati.

Pubblicità

«Per le varianti si preoccupa lo Stato, stiamo monitorando. La popolazione deve sentirsi protetta grazie alla vaccinazione, lasciamoci il terrore alle spalle e ricominciamo a vivere. Luglio sarà la svolta completa e assoluta, avremo oltre metà della popolazione con una dose di vaccino. Completeremo per settembre-ottobre raggiungendo l’immunità di comunità», ha aggiunto.

Leggi anche:  Quarto, villa confiscata al clan Polverino diventa "Casa Mehari"

L’ultimo, spinoso, dossier è quello della riapertura delle discoteche e sale da ballo che potrebbero riaprire a luglio. Ma già martedì prossimo in serata al ministero della Salute è previsto un incontro con i gestori dei locali sul tema.

Anche su questo il sottosegretario Sileri si dice convinto che il nodo sarà sciolto in tempi brevi: «Ho fatto una riunione con la direzione generale della prevenzione – spiega – facendo presente che se abbiamo un green pass dobbiamo crederci per avere accesso a una maggiore libertà. Dovremmo arrivare a un punto quanto prima in cui si può anche ballare se si è muniti di green pass. Usiamo il green pass, magari riduciamo le persone»

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Inchiesta Covid, Caldoro «E’ delitto ed è questione morale prima che giudiziaria»

«La vicenda giudiziaria ha il suo corso, ma per quanto mi riguarda buttare venti milioni di euro per realizzare ospedali chiusi è un vero...

Campania, Zinzi (Lega): «Torna il balletto sui posti letto, la Regione faccia chiarezza una volta per tutte»

«Con l’aggravarsi della situazione epidemiologica nella nostra Regione assistiamo di nuovo al solito balletto dei numeri». Lo afferma Gianpiero Zinzi, capogruppo Lega e componente...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook