Federproprietà Napoli

Covid-19, De Luca: «AstraZeneca? Comunicazione dell’Ema idiota. L’Aifa dorme in piedi»

Pubblicità

Il governatore Vincenzo De Luca ancora una volta sopra le righe. Non le manda a dire all’Ema e all’Aifa, le due agenzie (una europea e l’altra italiana) per la valutazione dei farmaci e interviene sul dibattito sviluppatosi in questi giorni sul vaccino AstraZeneca. «La comunicazione che è stata data è assolutamente idiota» ha affermato il presidente De Luca.

Pubblicità Nco le radici del male

«Ho sentito ancora ieri – ha spiegato De Luca – dire che “i benefici che derivano dal vaccino sono di gran lunga maggiori dei danni che subiamo”. Ma si può dire una cosa del genere alla gente? È evidente che la gente dice “andate tutti quanti al diavolo”».

«Allora – dice – manteniamoci freddi e razionali: Astrazeneca è stato somministrato a milioni di persone, in Gran Bretagna, in Europa e in altri Paesi del mondo e non abbiamo avuto grandissimi problemi. C’è stata ovviamente qualche emergenza legata a fenomeni di trombosi, ma credo che al 99% si possa andare avanti con un elemento di prudenza in più questa volta, vacciniamo sopra i 60 anni. Ma andiamo avanti, non ci facciamo condizionare la vita anche da queste notizie».

Intanto però la Regione Campania aspetta il via libera per poter acquistare il vaccino russo Sputnik V. Via libera che dovrà arrivare, se non dall’Ema, almeno dall’Aifa. «Abbiamo fatto un contratto con l’azienda produttrice e questo contratto subordina la propria esecutività all’approvazione del vaccino. Quello che non si capisce è perché dormiamo in piedi ancora oggi, perché l’Aifa non decide nel giro di due settimane se questo vaccino va bene o meno».

Pubblicità
Leggi anche:  Caso Open Arms, Matteo Salvini rinviato a giudizio a Palermo

«Quando l’Aifa ha valutato Pfizer lo ha fatto in due settimane. Facciamo la stessa cosa con questo vaccino, perché se abbiamo 3 milioni di dosi di vaccino aggiuntive a quelle dell’Europa è chiaro che nel giro di tre mesi noi usciamo fuori dal calvario».

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

CNEL 2020, Italia divisa: spesa sanitaria procapite 2.200 euro al Nord e 1.700 al Sud e nel Settentrione si vive 10 anni di più

ll rapporto per l’anno 2020 presentato dal CNEL sui livelli e la qualità dei servizi offerti dalle Amministrazioni pubbliche centrali e locali alle imprese...

Napoli, sequestrate 50 piante di marijuana: tre denunciati

Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sottoposto a sequestro, nel quartiere di Pianura, 50 piante di marijuana, del peso di...

Ultime notizie

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook alla pagina ufficiale