Federproprietà Napoli

Torre Annunziata, istituita una via fittizia per i senza fissa dimora. La paranza delle idee: «Il Comune ci ha ascoltato»

Pubblicità

Il Comune di Torre Annunziata ha istituito una via fittizia per consentire l’iscrizione all’anagrafe ai senza fissa dimora presenti stabilmente sul territorio cittadino.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il provvedimento è stato varato dalla Giunta Municipale su proposta del Sindaco Vincenzo Ascione e dell’Assessore agli Affari Legali Raffaele Pignataro, i quali, in una nota congiunta, spiegano:

«La via fittizia territorialmente non esistente, denominata convenzionalmente Via Casa Comunale Schiti 1, consentirà l’iscrizione all’anagrafe ai soggetti senza fissa dimora in possesso dei requisiti di legge e che abbiano eletto domicilio nel Comune di Torre Annunziata».

«Per iscriversi all’anagrafe – proseguono i due amministratori comunali – le persone dovranno eleggere un cosiddetto domicilio reale mediante un’istanza indirizzata all’Ufficio Anagrafe, contenente gli elementi necessari allo svolgimento degli accertamenti atti a stabilire l’effettiva sussistenza del domicilio. Tutti coloro che non sono in grado di dimostrare il domicilio dovranno rivolgersi al Comune di nascita».

Pubblicità

«Inoltre – concludono Ascione e Pignataro – quale condizione di ricevibilità della richiesta è stata introdotta nel procedimento di iscrizione anagrafica (relativamente alle sole situazioni di disagio sociale dei cosiddetti senza tetto) un’attività di raccordo con i Servizi Sociali del Comune, finalizzata alla verifica della condizione soggettiva del richiedente, con particolare riferimento all’adesione a percorsi e progetti di natura sociale, assistenziale, educativa o riabilitativa».

A salutare positivamente la decisione dell’Amministrazione Comunale di Torre Annunziata è l’Associazione politico culturale La paranza delle idee, che, in un comunicato, ricorda di aver sollecitato, nei mesi scorsi, l’Ente oplontino proprio in questa direzione:

«Il Comune di Torre Annunziata ci ha ascoltato e ha accolto la nostra proposta di istituzione di una via fittizia per dare la residenza (necessaria per accedere a tutta una serie di importanti servizi) ai senza fissa dimora presenti stabilmente sul suolo cittadino, compiendo, così, un significativo passo (al quale speriamo che ne seguano altri) verso i bisogni di chi si trova a vivere questa condizione di grave disagio sociale».

Il sodalizio torrese conclude, poi, il suo intervento con un’esortazione: «Non lasciamo indietro gli ultimi!»

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Dl Sostegni, de Bertoldi (FdI): «Ennesimo decreto frutto di errori e risposte non date»

«Questo ennesimo dl sostegni non dà le risposte di cui l'Italia ha bisogno, si dovrebbe lavorare insieme ma la maggioranza decide di arroccarsi su...

Biden dice di aver vinto, ma Trump non è convinto della sconfitta. America al quadrato

Per quattro anni i media e i politologi hanno creduto di ritrovare negli eccessi e nei metodi di comunicazione di Trump la loro ghiotta...

Ultime notizie

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook alla pagina ufficiale