Sicilia, ucciso e dato alle fiamme per sottrargli la pensione: 56enne arrestato in provincia di Messina

Ucciso con undici coltellate e poi dato alle fiamme per sottrargli i soldi della pensione. E’ accaduto lo scorso 28 luglio a Milazzo, in provincia di Messina.

Pubblicità

Nella notte i carabinieri del comando provinciale di Messina hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, su richiesta della locale procura, nei confronti di E.R., 56enne di Milazzo, ritenuto responsabile dell’omicidio e soppressione di cadavere di un anziano pensionato di 73 anni.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri «l’uomo diede un passaggio alla vittima (di cui ancora oggi nessuno ha denunciato la scomparsa) vicino ad un ufficio postale e dopo averlo condotto nei pressi delle sponde del fiume Mela lo colpì con 11 coltellate e poi diede fuoco al corpo per poi allontanarsi con la pensione di 650 euro dell’anziano appena ritirata».

Pubblicità Federproprietà Napoli

A incastrarlo sono state le immagini delle telecamere di diversi circuiti di video sorveglianza che lo hanno ripreso su in ciclomotore, insieme alla vittima, il giorno dell’omicidio. E.R. pregiudicato e disoccupato, è stato associato alla Casa Circondariale di Messina a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante con l’accusa di omicidio premeditato e distruzione di cadavere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Accerchiati e aggrediti da 30 persone: giovani rischiano il linciaggio per un equivoco

La folla pensava che avessero aggredito una ragazza minorenne Momenti di tensione in corso Vittorio Emanuele, a Napoli, dove nel pomeriggio di ieri gli agenti...

La Commissione europea rivede al rialzo le attese sulla crescita dell’Italia

Il Belpaese crescerà più di Germania e Francia La Commissione europea rivede al rialzo le attese sulla crescita dell’Italia, con un’economia vista in espansione dello...