Covid-19, De Luca non si ferma: «Ora decisioni forti. Blocco della mobilità e stop a Halloween»

Lo sceriffo Vincenzo De Luca annuncia, nella sua classica diretta del venerdì, la nuova strategia e nuovi provvedimenti per contenere il contagio da Coronavirus e prende di mira anche gli stili di vita dei cittadini. «La mia opinione, molto semplicemente, è questa: di fronte ai numeri del contagio che abbiamo oggi in Italia le mezze misure non servono più a niente» ha affermato. «Prima prendiamo decisioni forti – ha aggiunto De Luca – meglio è. Più ritardiamo nel prendere decisioni, più ci avviciniamo al momento in cui saremo costretti a prendere decisioni ancora più gravi, ma avendo l’acqua alla gola. Dunque è ragionevole e responsabile prendere oggi decisioni difficili, non aspettare oltre».

Pubblicità

«Per quanto riguarda la scuola – ha aggiunto De Luca – ieri abbiamo valutato tutto, ma alla fine abbiamo deciso non di chiudere, è una notizia sbagliata arrivata sugli organi d’informazione, ma di fare didattica a distanza per 15 giorni per cercare di contenere l’onda di contagio. Qualcuno ha detto che non era la priorità ma non c’è una priorità quando hai quei numeri».

«Quando devi contenere l’ondata devi prendere una, due tre e quattro decisioni che, tutte insieme, ti aiutano a contenere il contagio. Alcune decisioni sono più importanti, altre meno, ma è l’insieme delle decisioni prese che può produrre il risultato». De Luca ha sottolineato che «la decisione è stata presa per due obiettivi fondamentali: ridurre al massimo luoghi e occasioni di assembramento e cercare di frenare per quanto possibile la mobilità e il contagio sui mezzi di trasporto».

Pubblicità Federproprietà Napoli

De Luca: «Rafforzare il trasporto pubblico»

Il governatore poi ha annunciato di vole utilizzare queste due settimane di chiusura per aumentare i mezzi di trasporto e ridurre le possibilità di contagio. «E’ prevista per lunedì una riunione per il trasporto, per vedere come essere pronti fra 15 giorni, se ce la facciamo ad avere magari l’aumento di un terzo delle corse per garantire maggiore sicurezza ai ragazzi che vanno a scuola. Dovremmo approfittare di questi 15 giorni anche per ragionare sugli orari differenziati. E’ un lavoro da fare con il mondo della scuola, con i docenti, con le organizzazioni sindacali, con le famiglie».

Il governatore: «Halloween americanata monumento all’imbecillità»

Ma solo la scuola non basta, per De Luca ci sono troppi irresponsabili che non indossano la mascherina e che, durante le serate, producono assembramenti. Per evitare ciò annuncia nuove limitazioni per il week-end del 31 ottobre. «Nel weekend di Halloween, americanata che è monumento all’imbecillità, chiuderemo tutto alle 22. Sarà il coprifuoco, non sarà consentita neanche la mobilità».

«Probabilmente potremo decidere un blocco della mobilità dopo la mezzanotte anche prima di quel weekend. Sentiremo il Viminale, perché se decidiamo una misura del genere occorrono controlli e sanzioni rigorose. Chi diffonde l’epidemia non usando le mascherine deve essere considerato autore di un reato. Con questi numeri non si può scherzare. L’obiettivo è tenere in piedi 80-90 per cento delle attività economiche, se la gente ci aiuta indossando le mascherine ed evitando uscite irresponsabili di notte».

Leggi anche:  Il clan dei Casalesi riciclava in Toscana: 18 avvisi di conclusione indagine

«Sono ormai inutili gli appelli alla responsabilità, la movida va chiusa. I fatti dimostrano che c’è un’alta percentuale di irresponsabili che continua a non capire. E invece indossando sempre la mascherina si potrebbe abbattere del 90 per cento il contagio. Si continuano a vedere giovani che parlano senza protezione a 50 centimetri di distanza. Se andassimo avanti così senza intervenire, fra tre settimane saremmo costretti a prendere decisioni ancora più nette e dolorose».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

«Se ti fai il carcere non c’è più rispetto, sono tutti giovani»… E l’indagato cita Mare fuori

Sono 80 gli episodi contestati I retroscena dell’operazione che ha portato allo smantellamento di un gruppo specializzato nelle truffe agli anziani ha fatto emergere un...

Droga ordinata dal carcere con i cellulari e pagata dai parenti: 33 arresti

I pagamenti effettuati da persone spesso ignare con ricariche su carte prepagate Una vera e propria piazza di spaccio all’interno del carcere di Velletri, alle...