Federproprietà Napoli

Inps, stipendio raddoppiato per Pasquale Tridico: provvedimento con effetto retroattivo

Pubblicità

In tempi di pandemia, dopo il lockdown e durante una delle peggiori crisi economiche della storia mondiale, tutti si ritrovano in ristrettezze economiche. Anche il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, che guadagnava appena 62mila euro l’anno. Ma tutto è bene quel che finisce bene. Il presidente Inps, dopo i notevoli (in)successi ha ricevuto un sostanzioso aumento di stipendio con effetto retroattivo passando a 150mila euro l’anno. A darne notizia è stato questa mattina La Repubblica. Un aumento più che giustificato visto che la cassa integrazione disposta per il coronavirus ancora deve arrivare a centinaia di migliaia di italiani. Una decisione che, naturalmente, ha scatenato notevoli polemiche.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’aumento è previsto in un decreto interministeriale del 7 agosto del ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, firmato di concerto con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che Nel decreto, lo stesso stipendio di 150mila euro all’anno è attribuito anche al presidente dell’Inail, 40mila euro all’anno invece sono assegnati ai vicepresidenti dei due Istituti (60mila se hanno deleghe). L’aumento ha effetto retroattivo, «con decorrenza dalla data di nomina del Presidente, del Vice Presidente e dei consiglieri di amministrazione Inps e di Inail».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Napoli, Rispoli (FdI): «Rispettare le Istituzioni, la Clemente si dimetta»

L'esponente della Destra chiede le dimissioni dell'assessore «per rispetto alla città e per allontanare da sé qualunque sospetto» «L’assessore Clemente deve dimettersi» è quanto ha...

Centrodestra all’assalto in Campania e Puglia. Oggi scadono i termini per presentare le liste elettorali

Oggi fino alle 12, poi meno di un mese per votare. Campania e Puglia, le due grandi regioni del Sud che a settembre andranno...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook