Federproprietà Napoli

Zanardi, i medici: «avviata la progressiva riduzione della sedazione». Ma le condizioni restano gravi

Pubblicità

«E’ stata avviata in questi giorni, in accordo con la famiglia, la progressiva riduzione della sedo-analgesia» di Alex Zanardi, ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell’Aou Senese. Lo comunica, in una nota, la direzione sanitaria dell’azienda ospedaliera di Siena. «Attualmente, rimangono stabili i parametri cardio-respiratori e metabolici, permane grave il quadro neurologico e la prognosi rimane riservata» evidenziano i medici che seguono il campione.

Zanardi, i medici: «Necessari alcuni giorni per ulteriori valutazioni»

Pubblicità Federproprietà Napoli

«In seguito alla riduzione della sedazione saranno necessari alcuni giorni per ulteriori valutazioni sul paziente da parte dall’équipe multidisciplinare che ha in cura l’atleta, per permettere ogni prosecuzione del suo percorso terapeutico e riabilitativo», concludono i medici.  Alex Zanardi è ricoverato in terapia intensiva in seguito all’incidente del 19 giugno scorso con la handbike contro un camion. «La decisione – spiegano i sanitari – è stata presa in accordo con la famiglia del campione. Ulteriori informazioni sulle condizioni di salute di Zanardi verranno diffuse la prossima settimana in accordo con la famiglia».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Giornata dell’educazione, Gemma: «L’arma più potente per cambiare il mondo»

L'eurodeputato: «Istruzione cruciale nella definizione di ogni essere umano» «Oggi è la Giornata Internazionale dell’Educazione, una ricorrenza fondamentale che ci ricorda quanto l’istruzione sia cruciale...

Jabil Marcianise, Cerreto (FDI): «Chiesto un tavolo di trattativa per scongiurare incomprensibili licenziamenti»

L'onorevole ha partecipato all’assemblea pubblica L’on. Marco Cerreto ha partecipato all’assemblea pubblica indetta questa mattina dalla CGIL CISL UIL sulla questione Jabil. Nel suo intervento...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook