Migranti, in 24 ore sbarcate a Lampedusa ben 618 persone. Hotspot ormai vicini al collasso

Sbarchi in massa a Lampedusa. Sono – stando ai numeri comunicati dalle Forze dell’ordine isolane – ben 618 i migranti arrivati nell’isola agrigentina in poco più di 24 ore. Fra loro diverse donne e minori. A soccorrere i diversi gruppi (una ventina gli sbarchi finora) gli uomini della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto. Quasi tutti – tranne due con 95 e ben 267 persone – mini approdi con barchini che hanno eluso i controlli e approdarti.

Pubblicità

Adesso, però, sorge il problema della loro sistemazione gli hotspot – a cominciare da quello di contrada Imbriacola – quasi tutti, ormai, già al collasso e traboccanti di ‘ospiti’ che, di conseguenza hanno cominciato ad essere trasferiti verso Porto Empedocle. Sono quasi 150 quelli che hanno già lasciato l’isola. In rada a Porto Empedocle, c’è la Moby Zazà ma al suo interno si trovano 27 migranti in zona rossa la loro positività al coronavirus e i 180 stranieri trasbordati dalla Ocean Viking lunedì sera.

Purtroppo, quindi, i posti disponibili sono ben pochi e assolutamente insufficienti ad accogliere i migranti che continuano a giungere a Lampedusa. Sicché, sarà necessario trovare idonee sistemazioni anche perché in alcuni hotspot, all’inizio di questa settimana, si parlava ancora di posti occupati da migranti in quarantena.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Un’altra cinquantina di migranti, arrivati in Italia seguendo la rotta balcanica, sono stati rintracciati stamattina all’alba mentre camminavano lungo viale Palmanova a Udine. Il gruppo, intercettato e fermato da Polizia e Carabinieri è stato accompagnato in Questura per l’identificazione. Sono tutti uomini, per lo più maggiorenni, provenienti da Pakistan, Afghanistan e Bangladesh.

Oltre alla fotosegnalazione, sono stati sottoposti al tampone per verificare l’eventuale positività al Covid-19. Successivamente, prima di essere trasferiti in una struttura idonea in cui trascorrere l’isolamento fiduciario di 14 giorni, i migranti sono stati assistiti dalla Protezione civile e da diverse associazioni di volontariato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Terremoti ai Campi Flegrei, sfollate 39 famiglie. Approntate aree di accoglienza

Il prefetto: «Gran sinergia tra tutte le istituzioni» Continua nel territorio di Napoli il lavoro dei vigili del fuoco a seguito della serie di scosse...

Torre Annunziata, D’Avino: «Città vivibile e scuole primi obiettivi. Basta col clientelismo»

Il candidato sindaco di Oplonti Futura: «Da soli e senza "cambiali" da dover pagare» Quattro candidati sindaci, quattro schieramenti. Un esercito di candidati al consiglio...