Coronavirus, niente sarà più come prima: neanche il calcio. La Fifa valuta nuove misure

Grandi cambiamenti all’orizzonte per il calcio, sconvolto dall’emergenza Coronavirus che sta travolgendo le vite di tutti. Secondo le indiscrezioni raccolte dalla Gazzetta dello Sport, la Fifa sta valutando di istituire una lunghissima sessione di calciomercato, dall’estate all’inverno, e senza interruzioni fino alla fine del 2020.

Pubblicità

Calcio mercato per sostenere la ripresa

Secondo la rosea, l’intenzione della Federazione è facilitare gli affari che altrimenti verrebbero necessariamente concentrati in poche settimane a causa del possibile protrarsi della stagione in corso. Ma anche in caso di chiusura in anticipo, il ‘mega-mercato’ servirebbe per sostenere la ripresa economica delle società, a rischio collasso dopo tanti mesi di stop.

La Fifa, prosegue il giornale meneghino, potrebbe anche riesaminare la formule dei trasferimenti, considerato che esistono attualmente possibilità d’acquisto in prestito con diritto-obbligo di riscatto.  Chi in questi mesi non ha potuto usufruire delle prestazioni di un giocatore potrà chiedere di ritoccare il prezzo al ribasso. «Il principio generale da cui si parte è quello delle circostanze eccezionali dovute alla diffusione del Covid-19: il virus che ha stravolto tutto potrebbe stravolgere anche le regole delle contrattazioni».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Ma ci si spinge anche oltre: molti, e tra questi anche il presidente della Juventus Andrea Agnelli, mettono in dubbio il futuro del Fair Play finanziario. I parametri attualmente richiesti alle società per accedere alle coppe europee potrebbero essere sospesi, se non addirittura aboliti, nelle prossime settimane.

«Nulla sarà più lo stesso dopo questo anno terribile», sono le parole di Ceferin, presidente dell’Uefa, a La Repubblica. «La crisi coinvolge anche i club: abbiamo già posticipato alcuni requisiti da fine marzo a fine aprile. Dipende da come si evolverà la situazione. Sul FPF ci sono più opzioni aperte».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

 

Setaro

Altri servizi

Gruppo della Stadera: svelato il codice dello spaccio

La parola «Cosimino» indicava la cocaina, «Maria» la marijuana Nell’inchiesta che ha colpito il gruppo ribelle della Stadera, scissionista del clan Contini non sono inseriti...

La piaga dei femminicidi scuote l’Italia: 2 donne uccise in poche ore

I mariti sono stati arrestati: hanno dichiarato che non ce la facevano più Entrambi hanno dichiarato che non ce la facevano più, esasperati, per ragioni...