Casamicciola, un laccio di gomma attorno al collo di Antonella Di Massa

Ieri l’autopsia sul corpo della 51enne

Dopo l’autopsia, che si è svolta ieri, la magistratura ha dato il nulla osta alla sepoltura di Antonella Di Massa, la cinquantunenne scomparsa per 12 giorni e poi ritrovata morta mercoledì scorso dagli inviati di Chi l’ha visto: i funerali si terranno domani pomeriggio a Casamicciola, nella chiesa del Convento dei Passionisti, a poca distanza dalla casa in cui la donna abitava insieme al marito ed alle due figlie. Questa sera, intanto, si terrà una fiaccolata per ricordare la donna organizzata dagli abitanti di Succhivo, il borgo del comune di Serrara Fontana dove Antonella è stata vista per l’ultima volta viva e dove è stato trovato il cadavere.

Pubblicità

Insieme ai cittadini e agli amministratori di Serrara, ma anche di Casamicciola, il comune di origine della donna, non è escluso che possano partecipare anche i familiari. Ieri, come detto, presso l’Istituto di Medicina Legale del secondo Policlinico di Napoli è stata eseguita l’autopsia, sui cui risultati al momento non sono trapelate indiscrezioni. Gli esiti dell’esame autoptico dovrebbero dire una parola definitiva sul principale interrogativo di questa vicenda, e cioè se Antonella si è suicidata o è stata uccisa.

Il corpo è stato trovato in un terreno incolto a poca distanza dal parcheggio in cui aveva lasciato la sua auto il giorno della scomparsa. Secondo Il Mattino la donna aveva un laccio di gomma attorno al collo, che non ne avrebbe però causato il decesso visto che non sarebbero stati trovati segni evidenti di strangolamento. Diverse sono poi le testimonianze che parlano di sacchi neri dell’immondizia trovati sul capo e sotto il corpo della vittima. Da chiarire infine anche il contenuto del contenitore rinvenuto accanto alla salma: era veramente liquido antigelo che Antonella ha ingerito per avvelenarsi?

Pubblicità Federproprietà Napoli

 

Setaro

Altri servizi

Sfregio a Giancarlo Siani, Valditara: «Scuola presidio di legalità, presto chiarezza»

Applausi nella scena dell'assassinio durante la proiezione di Fortapasc Durante la proiezione del film Fortapasc, mentre scorrevano le immagini dell’omicidio del giornalista Giancarlo Siani per...

Riforma della Giustizia avanti: provvedimento entro la prima metà di maggio

Le ipotesi emerse dal vertice tecnico: 2 Csm, più laici e modifica sulla discrezionalità dell'azione penale Concorsi in magistratura separati, due Csm con aumento del...