Camorra, scacco al clan Rega Piacente: 41 misure cautelari a Brusciano | VIDEO

Smantellata la piazza di spaccio nelle palazzine della 219

Blitz anticamorra a Brusciano (Napoli), 41 indagati e 35 arresti nelle palazzine della 219. I residenti venivano privati delle chiavi dei portoni e dovevano chiedere il permesso ai pusher del clan Rega Piacente per entrare ed uscire.

Pubblicità

Da stanotte, i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna stanno eseguendo un’ordinanza cautelare emessa dal gip del tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, nei confronti di 41 persone (35 in carcere e 6 in divieto di dimora nella regione Campania), accusate di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini

Le indagini, condotte dal nucleo operativo e radiomobile di Castello di Cisterna e coordinate dalla DDA di Napoli hanno consentito di documentare la piazza di spaccio dei Rega Piacente nel rione popolare della «219» di Brusciano. Ricostruita l’organizzazione delle piazze di spaccio distribuite in varie scale del rione, ognuna con una struttura gerarchica piramidale composta da capo-piazza, spacciatori e vedette, per ciascun tipo di stupefacente venduto (marijuana, hashish, crack e cocaina).

Pubblicità Federproprietà Napoli

Un’attività fiorente, ritenuta seconda solo all’area di Caivano. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, le «piazze» erano attive anche 24 ore al giorno, con pusher che venivano impiegati su turni di lavoro di 8/10 ore. Durante le indagini, i carabinieri hanno rilevato che presentarsi in ritardo al cambio turno poteva comportare anche il «licenziamento». Circostanza documentata per uno dei pusher, allontanato per un ritardo di mezz’ora. Inoltre, nessuno dei condomini delle palazzine della 219 poteva disporre delle chiavi dei portoni d’ingresso. Anche i citofoni erano stati rimossi per evitare l’apertura da remoto dei portoni senza autorizzazione.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Reddito di cittadinanza: decine di acquisti-truffa col Pos, tutti nello stesso negozio

Numerosi stranieri utilizzavano le carte per acquistare la carne sempre nello stesso centro commerciale Sono alcune decine le truffe - aggravate - commesse attraverso l’uso...

Uccide il fratello e ne ferisce un altro: 19enne fermato per omicidio e tentato omicidio

Il ragazzo avrebbe confessato È stato rintracciato dai carabinieri il 19enne che a Gioia Sannitica, comune dell’Alto Casertano, ha accoltellato e ucciso al culmine di...