Turismo, Iannone (FdI): Cilento arretra, abbadonato da De Luca

Il senatore: «Che fine hanno fatto i distretti turistici?»

«Dopo otto anni di Governo della Regione, per il Cilento non è stato realizzato assolutamente nulla, anzi c’è una regressione tangibile che si trasforma in un calo di turisti drammatico. Per De Luca il Cilento non esiste e le chiacchiere restano tali dopo aver avuto un lungo tempo a disposizione». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, eletto nel collegio uninominale di Salerno.

Pubblicità

«Che fine hanno fatto i distretti turistici che con tanta enfasi venivano presentati anni fa? Nessuna traccia se non per qualche nominato che pensa alla sua permanenza nell’incapacità più assoluta di programmare e realizzare. In otto anni nessuna seria azione di promozione del territorio tanto che una terra meravigliosa e generosa come il Cilento assolutamente non esiste come identità turistica di richiamo nazionale ed internazionale. Anche il turismo di prossimità è scoraggiato dalla mancanza di servizi».

«La vicenda del metrò del mare è l’acme del dilettantismo e della vergogna. Imprenditori lasciati soli completamente al cospetto di stagioni turistiche sempre più brevi e magre. I sindaci non possono più accettare questo stato delle cose; è tempo di cambiare chiedendo rispetto altrimenti il Cilento rimarrà un museo sotto al cielo stellato. A livello nazionale si cresce, in altre realtà del sud si cresce e qui si arretra. Basta con De Luca», conclude.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Castellammare di Stabia, agguato tra la folla: un fermato per tentato omicidio

La fuga dell’uomo durata pochi giorni. Il 54enne centrato da un solo proiettile perché l’arma si era inceppata Ferito al petto con un colpo di...

Crolla un costone di roccia a Monte di Procida: solo paura

L'evento non sarebbe collegato alla scossa di stamattina È crollato un costone di roccia a Monte di Procida, a poca distanza da Bacoli, nell’area del...