Cuginette violentate a Caivano: gli abusi ripetuti per mesi

Predisposti percorsi di sostegno per le vittime

Abusi ripetuti più volte, nell’arco di alcuni mesi, su due cuginette di 10 e 12 anni. E’ l’ipotesi su cui procedono, nel massimo riserbo, le indagini sulle violenze sessuali di gruppo avvenute ai danni delle due bambine nel Parco Verde di Caivano. Sotto i riflettori degli inquirenti sarebbe un gruppo composto da una quindicina di giovanissimi, quasi tutti minorenni, a vario titolo coinvolti nella vicenda. Alcune delle violenze potrebbero essere state riprese con telefoni cellulari: una decina gli apparecchi sequestrati su cui sono in corso verifiche.

Pubblicità

Il Tribunale dei Minorenni di Napoli, dopo l’udienza con la quale ha convalidato l’allontanamento delle due bambine vittime di abusi e violenza ha predisposto percorsi di sostegno con l’ausilio di un curatore e di consulenti, tra cui uno psicologo, per la valutazione e la reintegrazione dei nuclei familiari delle piccole vittime.

«Tutti i giovani e non di meno gli adulti che vivono in quel contesto degradato – secondo l’avvocato Angelo Pisani, legale della famiglia di una delle due giovanissime vittime – dovrebbero essere sottoposti a un analogo percorso psicologico e socio relazionale per aver riferimenti positivi e di cognizione di altri valori e abitudini di vita che per molto tempo anche le istituzioni non hanno saputo seminare e sviluppare in danno di tutti». Per Pisani «da anni è evidente un pericoloso caos in quel Parco, che è sotto gli occhi. Un degrado che pare continuare indisturbato caratterizzato da ogni tipo di prostituzione, anche minorile».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Nel corso delle nostre indagini difensive – sottolinea Pisani – ritengo opportuno, e mi sto facendo promotore, organizzare una squadra di psicologi e consulenti esperti in sociologia e di tutela dei minori, che avrà come compito spiegare a questi bambini cosa sta succedendo intorno a loro»

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Il Parco Archeologico di Pompei partecipa alle Giornate dell’archeologia

Giochi di bambini nell’antica Pompei e visite straordinarie alla Villa B di Oplontis e ai depositi del Museo archeologico di Stabia Il Parco Archeologico di...

Faida di Scampia, nuove accuse per il boss Raffaele Amato

Il capo degli Scissionisti raggiunto da ordinanza di custodia cautelare in carcere per armi, omicidi e ferimenti I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno...