Palermo, GPS sotto auto di Miccichè

La senatrice Ternullo (FI) presenta una interrogazione al Senato

“Spero che la Procura indaghi al più presto su questo episodio. Ho presentato la denuncia alla polizia e penso che a questo punto le indagini partiranno automaticamente”.
Lo dice l’ex presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Micciché, a margine del ritrovamento di un apparecchio gps collocato sotto la sua automobile. “Vorrei sapere anche io chi ha messo il gps e a che cosa servisse – afferma Miccichè – l’ho aperto e dentro c’era una sim. Chi l’ha comprata. Chi l’ha usata? Perché? In Sicilia si respira un clima politico pesante, brutto. Per me molto doloroso per la morte del presidente Silvio Berlusconi”.

Pubblicità

“Ho depositato un’interrogazione al Senato per richiedere un’indagine approfondita e immediata riguardo al recente episodio di spionaggio nei confronti dell’ex presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè”, ha affermato la senatrice di Forza Italia, membro della Commissione Parlamentare Antimafia, Daniela Ternullo.
“A questo punto è necessario che sia fatta chiarezza sulle circostanze di questo episodio preoccupante, che getta luce su possibili violazioni della privacy e intrusioni nella sfera politica di un esponente istituzionale. È fondamentale che vengano condotte indagini tempestive e approfondite per individuare i responsabili di questo atto deplorevole. È intollerabile che nella nostra democrazia gli esponenti politici siano oggetto di sorveglianza illegittima e minacce alla loro sicurezza personale”.

“Da questo punto di vista serve un’azione immediata e risolutiva per garantire la trasparenza, l’integrità e la sicurezza dei cittadini. Da componente della Commissione nazionale antimafia auspico che la verità venga a galla. Nel frattempo confido nell’operato delle autorità competenti per identificare i responsabili di questo atto di violazione della privacy e perseguirli secondo la legge”, ha concluso la Senatrice.

Setaro

Altri servizi

Napoli, completato lo sbarco dalla Geo Barents: in città 48 migranti

Trasferiti al Residence dell’Ospedale del Mare Concluse le operazioni di sbarco dei migranti giunti al Porto di Napoli sulla nave Ong «Geo Barents». Nella mattinata...

Accusato di abusi sessuali su minore, 61enne assolto dopo 6 anni

Nel 2020 era stato condannato a 9 anni È stato assolto dalla Corte d’appello di Napoli «perché il fatto non sussiste» il 61enne di Cardito...