Napoli, Quaranta: «No alla demolizione dell’asilo nido Jemma»

L’esponente: «Si intervenga per riabilitare l’edificio»

«La vicenda dell’asilo nido Jemma di Napoli rispecchia a pieno il modus operandi di quest’amministrazione. Si è deciso di demolire senza alcun preavviso. Ancor peggio l’assessora all’istruzione Maura Striano chenon ha ancora comunicato dove verranno ricollocati i bambini nell’istituto coinvolto» afferma in una nota Antonio Quaranta del direttivo cittadino di Fratelli d’Italia a Napoli.

Pubblicità

«La struttura – continua – è un pezzo da 90 dell’architettura cittadina, un punto di riferimento per l’accoglienza dei neonati e bambini in età prescolare. Si intervenga per riabilitare l’edificio, demolirla senza nemmeno aver avuto l’ok dalla sovrintendenza è un atto da chi di questa città poco tutela. La II Municipalità sia da supporto alle famiglie coinvolte, affinché si escluda categoricamente la demolizione dell’istituto».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Danno erariale in Regione Campania: le singole contestazioni

Le "accuse" ai 17 dirigenti ed ex dirigenti Il totale del danno contestato dalla Procura generale della Corte dei conti della Campania e dal Nucleo...

Duplice omicidio di Orta di Atella: 53enne ascoltato in caserma

Esclusa la matrice camorristica, potrebbe essere stato un litigio Due fratelli uccisi e un uomo di 53 anni finito in stato di fermo. È il...