Federproprietà Napoli

Minacce al titolare delle pompe funebri: «Dai al clan 10mila euro»

Pubblicità

Misura cautelare in carcere a carico di due persone

Prima l’incendio dell’ingresso dell’agenzia funebre, poi la richiesta di versare al clan Longobardi-Beneduce 10mila euro. C’è tutto questo dietro l’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere a carico di due persone, gravemente indiziate del reato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e dal fine di agevolare l’attività del clan camorristico nei confronti del titolare un’impresa di pompe funebri di Pozzuoli (Napoli). Secondo le indagini dei carabinieri, l’imprenditore avrebbe ricevuto minacce e continue intimidazioni.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Energia, Rauti (FdI): «Governo lavora per autonomia nazionale»

Il sottosegretario alla Difesa: «Alleanza coesa sostiene popolo ucraino» «Il governo Meloni ha destinato i due terzi della manovra di bilancio per fronteggiare il caro...

Mafia, i ‘pizzini’ di Matteo Messina Denaro a Bernardo Provenzano: «Io appartengo a lei»

I messaggi scritti tra il 2003 e il 2006 «Io appartengo a lei, per come d’altronde è sempre stato, io ho sempre una via che...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook