Federproprietà Napoli

Camorra e appalti negli ospedali: condanne per 290 anni di carcere

Pubblicità

Luigi Cimmino e il figlio condannati a 9 anni e 4 mesi di reclusione

Quasi 290 anni di carcere sono stati inflitti dal Tribunale di Napoli nei confronti di 33 imputati al processo – celebrato con il rito abbreviato – sulle infiltrazione dei clan negli appalti di diversi importanti ospedali napoletani. Lo scorso 14 ottobre, al termine della requisitoria i pm Henry John Woodcock e Celeste Carrano della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli avevano chiesto pene per complessivi 346 anni.Il gip Anna Imparato ha anche assolto diversi imputati da alcuni capi d’accusa.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Complessivamente sono state comminate multe per oltre 109mila euro. Il giudice ha anche condannato alcuni imputati a risarcire complessivamente 72mila euro: 20mila all’ospedale Cardarelli, 10mila euro ciascuno alle associazioni “Asso vittime criminalità” e “Sos Impresa rete per la legalità”.

Diecimila euro di risarcimento ciascuno anche alla Cgil Nazionale e alla Cgil della Regione Campania. Lo scorso primo aprile i pm chiesero il rinvio a giudizio per 48 indagati tra i quali figurano i vertici di alcuni importanti clan partenopei (sette in tutto) come il boss Luigi Cimmino, e anche diversi funzionari dei più importanti ospedali di Napoli, come il Cardarelli, l’azienda “dei Colli” e il Nuovo Policlinico, tutti facenti parti nel processo delle parti offese.

Una quarantina hanno scelto il rito abbreviato, come lo stesso boss Cimmino e il figlio (entrambi ieri condannati a 9 anni e 4 mesi di reclusione) per i quali la DDA chiese rispettivamente 9 e 14 anni di carcere. Gli arresti, invece, eseguiti dalla Polizia di Stato, risalgono al 22 ottobre 2021. Nel mirino degli inquirenti finirono le gare d’appalto nei più importanti ospedali della città riguardanti tra l’altro la ristorazione, i distributori automatici, le pulizie e la sanificazione.

Leggi anche:  Plusvalenze, l'avvocato di De Laurentiis: «Osimhen, indagine verso esito favorevole»
Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Quartieri Spagnoli, «operazione legalità»: occupazioni abusive nel mirino

Rimossi paletti, fioriere e manufatti utilizzati per «riservare» posti auto In corso durante questi giorni ai Quartieri Spagnoli, nel dedalo di vicoli che si diramano...

Matteo Messina Denaro, arrestato il vero Andrea Bonafede

L'uomo che prestò l'identità al boss Matteo Messina Denaro Andrea Bonafede è stato arrestato dai carabinieri del Ros nell’abitazione della sorella Angela dove era andato...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook