Ammanco milionario all’Asl Napoli 1: la Procura apre un’inchiesta

Accertamenti in corso dopo la denuncia del direttore

La procura partenopea ha aperto un’inchiesta per un ammanco di oltre cinque milioni di euro all’Asl Napoli 1. L’esposto è stato presentato direttamente dal direttore dell’azienda sanitaria, Ciro Verdoliva. Nel mirino dei pm, un ipotetico giro di fatture false pagate ad alcune ditte per accordi tra rappresentanti delle aziende e impiegati della Asl; a indagare la seconda sezione dell’ufficio inquirente, quella dei reati contro la pubblica amministrazione.

Pubblicità

Acquisto di forniture ma, anche, l’esecuzione di lavori mai realizzati. Una truffa che si sarebbe consumata nel corso degli ultimi anni, in piena pandemia Covid. I primi sospetti erano emersi già in piena estate, a luglio scorso, tanto che il vertice dell’azienda sanitaria aveva provveduto a denunciare «evidenti e pesanti anomalie contabili».

Poi, martedì, è giunta la sospensione dal servizio di tre impiegati dell’Ufficio Ragioneria dell’azienda sanitaria napoletana, mentre altri sei sono stati allontanati e trasferiti in altre articolazioni aziendali, compreso il direttore dell’Unità operativa complessa di gestione economico-finanziaria.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, Alfano: «Rispetto ogni orientamento sessuale, parole estrapolate per colpirmi»

Il candidato dell'Alleanza Straordinaria: «Chi li ha estrapolate e diffuse a solo 5 giorni dalle urne ha spregevole intento di mettermi in ombra» Il professore...

Sangiuliano: «Cordoglio per la scomparsa di Claudio Graziano»

Mazzi: «Legato a lui da un rapporto affettuoso e di amicizia» «Ho avuto modo di conoscere e frequentare nella mia attività di giornalista il generale...