Camorra, guerra tra clan Raia e Notturno a Scampia: 5 arresti | VIDEO

Hanno anche costretto i «rivali» a lasciare le abitazioni occupate

Hanno sedato con la violenza l’intento di un gruppo camorristico rivale piuttosto noto di volersi riaffermare. E per farlo non hanno esitato ad appiccare incendi e a sparare contro le abitazioni occupate a Scampia dalla famiglia Notturno, fino a costringerla a lasciare Scampia. Estorsione e porto abusivo di armi da fuoco aggravati dal metodo mafioso: è quanto la Polizia di Stato e la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli contesta a cinque persone arrestate dagli agenti della Squadra Mobile e del commissariato di Scampia nel corso di un blitz scattato all’alba.

Pubblicità

I destinatari dei provvedimenti emessi dal Giudice sono Francesco Raia, 45 anni, elemento di spicco dell’omonimo gruppo malavitoso (l’ultimo dei fratelli ancora in libertà), e i suoi complici: Francesco Esposito, 42 anni, Tommaso Rusciano, 44 anni, Salvatore Gemito, 23 anni, e Salvatore Russo, 26 anni, tutti ritenuti dagli inquirenti legati ai Raia, entrati in contrasto a Scampia con il gruppo malavitoso della famiglia Notturno.

Nei loro riguardi la Polizia di Stato ha acquisito gravi indizi di colpevolezza in relazione ad alcune azioni intimidatorie. L’indagine è scattata lo scorso ottobre, dopo una serie di episodi violenti, che hanno visto protagonista il gruppo dei Raia, perpetrati ai danni dei Notturno e riconducibili alla volontà di tenere sotto controllo le attività illecite, nei lotti TA e TB del quartiere di Scampia.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Regionali, centrodestra a valanga in Basilicata: Bardi riconfermato

Fratelli d’Italia si conferma il partito leader Unito, allargato e vincente. In Basilicata il centrodestra fa festa con il campo largo per la riconferma del...

Avellino, l’ex sindaco Festa intercettato: «Dove c’è gusto non c’è perdenza»

Gianluca Festa è accusato di «sollecitazioni illecite» «Dove c'è gusto non c'è perdenza» dice il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, a uno degli imprenditori che...