Federproprietà Napoli

Camorra, per il clan Mazzarella gli ambulanti immigrati erano «scimmiette»

Pubblicità

A rivelarlo è un pizzino sequestrato dalla polizia di Stato

Il clan Mazzarella di Napoli usa toni dispregiativi, li chiama «scimmiette», per definire gli ambulanti immigrati che tengono sotto torchio imponendo il «pizzo». A rivelarlo è un pizzino sequestrato dalla polizia di Stato nel corso di una perquisizione disposta pochi giorni dopo il raid compiuto il 4 gennaio 2017 nel noto mercato della Maddalena.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Quel giorno un commando fece fuoco tra le bancarelle ferendo tre extracomunitari e una bimba di dieci anni. Una strage sfiorata. A scrivere quel messaggio per gli investigatori è stato Salvatore Barile, reggente dei Mazzarella, che in quel frangente è detenuto.

Il pizzino è stato trovato dai poliziotti del commissariato Vicaria-Mercato il primo febbraio 2018, in un ristorante sottoposto a perquisizione. Per il raid nel mercato vennero poi arrestate cinque persone, ritenute tutte persone legate ai Mazzarella. «Non farmi stare in pensiero… – scrive Barile nel pizzino palesemente preoccupato per la sparatoria – io un po’ ed esco ma se voi vi bruciate, mannaggia. E segna il fatto dei soldi delle scimmiette…».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Attacchi a diplomatici italiani a Barcellona e Berlino. Identificate 5 persone

Gli episodi sono avvenuti ieri sera Due attacchi hanno colpito ieri i rappresentanti diplomatici italiani, a Barcellona e Berlino: lo si legge in una nota...

Napoli, Mocerino: «Immobilismo alla X Municipalità, pronta a dimettermi»

La consigliera: «Non è stata ancora formata la giunta» «Sono pronta a fare un passo indietro e a dimettermi dalla carica di consigliere, alla X...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook