Al Gran Caffè Gambrinus un caffè sospeso per il Santobono

Il Gran Caffè Gambrinus promotore di una raccolta fondi

Sabato 10 dicembre all’angolo tra via Chiaia e piazza Trieste e Trento una caffettiera moka gigante di quasi due metri e mezzo compare maestosa tra la folla di turisti e cittadini che riempiono la zona durante questo fine settimana pre natalizio.

Pubblicità

Qualcuno, visti gli incliti precedenti, ha potuto pensare ad un insolito impianto artistico, o ad un ornamento originale vista anche la scarsità delle luminarie proposte quest’anno tra le vie dello shopping cittadino. Nulla di tutto ciò, si tratta invece della lodevole iniziativa promossa dal Gran Caffè Gambrinus insieme alla Fondazione Sostenitori Ospedale Santobono allo scopo benefico di raccogliere fondi per supportare il progetto “Pet Therapy” per i piccoli pazienti dei reparti di neurochirurgia e neuroncologia del più grande nosocomio pediatrico del Mezzogiorno.

E’ scientificamente dimostrato che la zooterapia con gli animali di affezione rinforza e arricchisce le terapie tradizionali per il trattamento di numerosi disturbi neurologici e psicologici oltre a generare un miglioramento della qualità della vita nel paziente. A presentare l’iniziativa alla stampa i titolari dello storico caffè Antonio e Michele Sergio con Massimiliano Rosati ed il direttore Gennaro Ponziani.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il format scelto dal Gran Caffè Gambrinus

Il Gran Caffè Gambrinus da sempre sensibile portabandiera di numerose iniziative solidali per la crescita ed il welfare sociale del territorio non si è tirato indietro di fronte ad una così nobile iniziativa la quale, sfruttando l’antico “format” del caffè sospeso sapientemente riproposto dalle famiglie Sergio-Rosati. Tenterà di raccogliere fondi attraverso le donazioni degli avventori dello storico caffè.

Come dichiara uno dei titolari Massimiliano Rosati: «Se a Napoli ognuno di noi donasse un solo euro si potrebbe arrivare a raccoglierne un milione». Per la donazione la tradizione incontra la tecnologia. Sarà infatti sufficiente scannerizzare con l’utilizzo di uno smartphone il codice Qr Code impresso per donare 1 euro. La grande moka sarà presente all’interno dello storico caffè fino al 18 dicembre. Un gesto piccolo per produrre ricchezza e creare valore.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Sequestrata l’isola artificiale dell’ex narcos Raffaele Imperiale

«Taiwan» è stata realizzata grazie al contributo di un archistar L’isola artificiale «Taiwan», situata nel golfo di Dubai, è stata sequestrata dal Tribunale di Napoli....

Ancora liti tra extracomunitari a Napoli: due feriti. Fermato un 41enne

Un 44enne grave, ricoverato all'ospedale Pellegrini Liti tra extracomunitari: due feriti e un uomo fermato a Napoli. Sabato pomeriggio i carabinieri della compagnia Centro sono...