Napoli, iniziato lo sgombero del palazzo occupato a via Egiziaca a Pizzofalcone

Il provvedimento disposto nei confronti di 16 famiglie

Forze dell’ordine sono entrate nel palazzo di via Egiziaca a Pizzofalcone, a Napoli, ribattezzato il ‘palazzo della camorra’ per eseguire lo sgombero che era stato disposto dal gip del Tribunale di Napoli lo scorso 10 novembre nei confronti delle 16 famiglie che lo occupavano abusivamente, alcune delle quali legate da vincoli di parentela con esponenti della criminalità organizzata. Al momento l’operazione avviene senza particolari problemi. Solo una donna urla: «è una vergogna dopo 20 anni che siamo qui ci cacciano».

Pubblicità

Per motivi precauzionali sul posto è stata fatta arrivare un’ambulanza. Gli appartamenti oggetto del provvedimento di sgombero sono 14. Una parte degli alloggi per i quali era stato emesso il provvedimento di sgombero erano già stati liberati nei giorni scorsi autonomamente dagli occupanti abusivi. Gli operatori di Napoli Servizi stanno portando dentro mattoni e cemento con cui mureranno gli ingressi degli appartamenti liberati per impedire nuovi ingressi abusivi.

Secondo quanto si è appreso alcune abitazioni sono state vandalizzate prima di essere liberate. Sul posto camion di ditte di trasporti incaricati di portare via tutto il mobilio prima che gli appartamenti vengano sigillati. Sul posto, oltre a tutte le forze dell’ordine, il comandante dei vigili urbani di Napoli, Ciro Esposito, e l’assessore comunale Antonio De Iesu.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Imprenditore legato al clan dei Casalesi: confisca da 4 milioni di euro

Era già stato condannato alla pena di anni sei di reclusione Beni per quattro milioni di euro sono stati confiscati dai militari del nucleo di...

Governo, il ministro Calderone: «Dichiariamo guerra al caporalato»

La prima strada che si intende percorrere per fermare la strage è l’aumento dei controlli L’orrore per la morte di Satnam Singh, il bracciante abbandonato...