Materiale pedopornografico, l’Appello conferma la condanna per don Nicola De Blasio

La difesa impugnerà la sentenza davanti alla Cassazione

La Corte d’Appello di Napoli ha confermato la condanna per don Nicola De Blasio, 56 anni, già direttore della Caritas diocesana di Benevento, che dovrà scontare tre anni e sei mesi per detenzione e scambio di materiale pedopornografico.

Pubblicità

L’ex direttore della Caritas ed ex parroco della Chiesa di San Modesto, ora in isolamento in una struttura di Faicchio, lo scorso giugno era stato giudicato con rito abbreviato dal gup di Napoli, decisione confermata in secondo grado. La difesa impugnerà la sentenza davanti alla Cassazione.

L’indagine era partita dalla Procura di Torino che un anno fa aveva disposto una perquisizione domiciliare nell’abitazione di De Blasio. In quella occasione la Polizia Postale aveva rinvenuto file e video in pc e smartphone in uso al sacerdote, il quale aveva sostenuto di aver scaricato il materiale tra il 2015 e il 2016 per condurre una indagine sul fenomeno della pedopornografia in ambito ecclesiastico.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Trasformano casa in una piazza di spaccio: arrestate

Trovato un sistema sofisticato di allarmi e telecamere Un sistema sofisticato di allarmi e telecamere, dosi di droga. È quanto hanno trovato i carabinieri in...

Appartamenti occupati illegalmente dagli uomini del clan: 16 indagati al Rione Amicizia

Entro 30 giorni dovranno abbandonare gli immobili Le Forze dell’Ordine hanno notificato un decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Napoli,...