Quattrocento euro per una dose di «cocaina rosa»: 34enne in manette

La sostanza definita «droga dell’alta società»

Per gli acquirenti più «acculturati», utilizzava formule chimiche per definire le dosi di sostanza stupefacente: 2C-B oppure 4-bromo-2,5-dimetossi-feniletilamina. Per i meno avvezzi a tali termini semplicemente «cocaina rosa», per indicare una sostanza tutta sintetica che genera effetti psichedelici, visioni e distorsioni della realtà che richiamano i colori accesi dei cartoni animati.

Pubblicità

Una droga per sballarsi, pericolosa ma soprattutto costosa: 400 euro a dose. Più della cocaina, al punto da essere definita la «droga dell’alta società». E proprio nell’alta società di Torre del Greco (Napoli) e dintorni si sarebbe mosso Aniello Gaglione, 34 anni, scoperto dai carabinieri della locale stazione con quattro dosi già confezionate ermeticamente nascoste negli slip (per un peso complessivo di 2,82 grammi). Non solo: quando i militari dell’Arma lo hanno perquisito è venuto fuori un vero e proprio shop dello stupefacente: due dosi di marijuana e due di cocaina, un grinder (tritaerba) e un tira cocaina.

Nella sua abitazione trovati altra cocaina, marijuana e materiale vario per il confezionamento. Gaglione è ora ai domiciliari in attesa di essere ascoltato dal giudice: dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Scontro auto-moto nel Napoletano: 53enne perde la vita

La vittima è una guardia giurata Nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri della sezione radiomobile e della stazione locale sono intervenuti a Casoria in...

Clan Lo Russo: maxi sequestro di beni nei confronti di un affiliato

Sigilli della DIA a società, immobili, preziosi, conti correnti Clan Lo Russo: scatta il maxi sequestro di beni nei confronti di un affiliato. La Direzione...