Federproprietà Napoli

Droga a domicilio sull’isola d’Ischia: tre persone raggiunte da misure cautelari

Pubblicità

Le sostanze venivano ordinate previo appuntamento telefonico

Droga a domicilio sull’isola d’Ischia, tre persone nei guai. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Ischia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari, di cui una della custodia in carcere nei confronti di un 24enne di Forio e due del divieto di dimora nei Comuni dell’Isola d’Ischia nei confronti di due 24enni di Forio e di Ischia, gravemente indiziati dei reati di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana, nonché di tentata estorsione, rapina e lesioni personali aggravate.

Pubblicità Federproprietà Napoli

I provvedimenti cautelari sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale Ordinario di Napoli, su richiesta della locale Procura della Repubblica, all’esito di un’articolata attività investigativa condotta dai carabinieri di Ischia relativa ad una diffusa attività di traffico di stupefacenti commessa su tutto il territorio dell’Isola d’Ischia.

Mediante lo schema tipico della cessione di droga a domicilio previo appuntamento telefonico, forma organizzativa dei traffici di droga pensata allo scopo di ridurre al minimo i rischi, veniva posta in essere un’attività illecita, sistemica e strutturata, in grado di interessare tutti i comuni dell’Isola.

Le investigazioni hanno inoltre consentito di riscostruire tentativi estorsivi nei confronti di alcuni assuntori, anche mediante l’utilizzo di armi da taglio, costretti a subire minacce e ritorsioni al fine di soddisfare i debiti derivanti dagli acquisti di stupefacente, e un episodio di rapina, avvenuto nel Comune di Forio (NA) a maggio 2022, da parte di una persona che, dopo un incidente stradale, aggrediva con calci e pugni la controparte cagionandole la frattura dell’ulna, giudicata guaribile in 30 giorni, al fine di impossessarsi e distruggere il relativo telefono cellulare con cui aveva ripreso gli attimi immediatamente successivi al sinistro.

Leggi anche:  Le indagini sulla coop della famiglia di Soumahoro si moltiplicano
Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Paolo Rea (SìAmo Acerra): «Rispettare le istituzioni e lavorare per la città»

Il consigliere comunale: «I gruppi consiliari che compongono la maggioranza sono in sintonia tra loro e con il sindaco Tito d’Errico» «Grazie al voto favorevole...

Soldi, sanità e terapie intensive, il consigliere Zinzi (Lega): «Ancora caos, Vincenzo De Luca dica il vero»

«Tra l’incertezza sui 400 milioni di euro che sarebbero stati destinati alla Sanità campana per l’emergenza Covid e le incongruenze relative alla situazione delle...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook