Eav, Muscarà: «Treni per feste? Interrogazione per conoscere la verità»

La consigliera: «Eav non potrebbe mai permettersi di fare una cosa del genere»

«Nonostante i disagi costanti sulle linee, con interruzioni e sospensioni continui di tutti i servizi di trasporto, nonostante la Campania abbia la circumvesuviana di gestione regionale Eav, indicata come la linea ferroviaria peggiore d’Italia apprendo anche da organi di stampa che, pare siano stati organizzati dei servizi di trasporto privati da Eav, che ricordiamo essere ente pubblico, per accompagnare un centinaio di invitati il 26 luglio alle 19 dalla fermata del corso Vittorio Emanuele fino alla fermata Fusaro senza fermate intermedie».

Pubblicità

E’ quanto scrive, in una nota, la consigliera regionale della Campania, Maria Muscarà che ha annunciato una interrogazione.

«Inoltre, dopo la festa, che si sarebbe svolta presso la Casina Vanvitelliana, alle 23 gli invitati avrebbero ripreso lo stesso treno per tornare alle proprie abitazioni. Se questo fosse vero sarebbe una cosa gravissima – continua la consigliera – sia perché si tratta di un servizio pubblico finanziato dalle tasse dei cittadini, sia perché con tutti i disservizi che conosciamo, Eav non potrebbe mai permettersi di fare una cosa del genere. Infine, a tal proposito, ho presentato un’interrogazione in Giunta al fine di sapere se tutto ciò sia vero e se la Giunta ne sia a conoscenza, quali sarebbero i soggetti coinvolti e quali provvedimenti intende prendere in merito alla vicenda per evitare che questa si possa ripetere».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Al Sud investimenti pubblici e Pnrr spingono la crescita

Fitto: «Concreto cambio di passo della crescita economica ed occupazionale» Il Sud cresce e nel 2023 il Pil nel Mezzogiorno è salito dell’1,3% contro una...

Caso Cecchettin, Turetta al pm: «L’ho uccisa guardandola negli occhi»

Il killer di Giulia: «Voleva andare avanti senza di me. Ho urlato che non era giusto» «Continuava a chiedere aiuto. Le ho dato, non so,...