Sorelle sfregiate con l’acido: gip scarcera zia delle vittime

La donna era in carcere dallo scorso 31 maggio

Il gip di Napoli Saverio Vertuccio ha concesso gli arresti domiciliari alla zia 19enne delle due sorelle di 17 e 23 anni sfregiate con l’acido nel quartiere Sanità di Napoli la notte tra il 29 e il 30 maggio scorsi.

Pubblicità

La donna, Francesca Pia Pirro, che era nel carcere femminile di Pozzuoli dallo scorso 31 maggio, è assistita dall’avvocato Bernardo Scarfò e dall’avvocato Annamaria Trivoluzzi.

La Procura di Napoli, precisamente la sezione “fasce deboli” coordinata dal procuratore aggiunto Raffaello Falcone, contesta alla giovane il reato di “deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso” in concorso.

Pubblicità Federproprietà Napoli

La decisione del giudice, fanno sapere i due legali, si basa sulla giovane età dell’imputata, che è incensurata, sulla circostanza che non può reiterare il reato. Inoltre è stato ritenuto insussistente il pericolo di fuga. La donna sconterà i domiciliari a casa di una parente lontano dal quartiere Sanità.

Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, a 4 giorni dal ballottaggio «L’Espresso» contro Carmine Alfano

Si infiamma la campagna elettorale, l'Alleanza Straordinaria: «Gli inizia a mancare la terra sotto i piedi» La campagna elettorale per il ballottaggio tra Carmine Alfano...

Sangiuliano: «Cordoglio per la scomparsa di Claudio Graziano»

Mazzi: «Legato a lui da un rapporto affettuoso e di amicizia» «Ho avuto modo di conoscere e frequentare nella mia attività di giornalista il generale...