Tentato omicidio di un avvocato penalista: arrestata una terza persona

In manette un 22enne residente a Boscotrecase

Nel pomeriggio del 25 maggio, i militari della compagnia carabinieri di Torre Annunziata e del nucleo investigativo hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare personale, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di un indagato gravemente indiziato in ordine ai reati di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di arma da fuoco, reati commessi con l’aggravante del cosiddetto metodo mafioso.

Pubblicità

L’attività di indagine, condotta dai carabinieri e coordinata dalla D.D.A. partenopea, è la prosecuzione delle investigazioni sul tentato omicidio dell’avvocato penalista A. I., già culminate con il fermo di due soggetti indiziati di delitto il 27 aprile scorso, fermo convalidato dal giudice che ha applicato la misura della custodia cautelare in carcere.

Secondo quanto riscontrato da successive indagini e dall’accurata rielaborazione delle informazioni già in possesso degli inquirenti, l’indagato avrebbe fattivamente collaborato con i due alla realizzazione del progetto omicidiario perpetrato nei confronti del legale oplontino. Per l’indagato, il 22enne Giovanni Vangone, è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Governo, Giorgia Meloni: «È finita la repubblica delle banane»

La premier e i leader del Centrodestra in Basilicata per lanciare la volata a Vito Bardi «Diteci cosa pensate del lavoro di questo governo». Giorgia...

Portici, il Comune investe per l’ambiente: cassette riciclabili e macchina per sanificarle

I prodotti saranno messe a disposizione della filiera ittica Nell’ambito del progetto Mare Porticese - Pesca in Campania in qualità e tracciabilità finanziato dal Feamp...